Deciso

Coronavirus, Sanremo entrerà in “zona arancione rafforzata” durante il festival

Toti ha firmato la nuova ordinanza: estese le stesse misure in vigore a Ventimiglia

Genova. Nel pieno del festival di Sanremo nella città dei fiori e nei comuni limitrofi scatterà la “zona arancione rafforzata”. Lo prevede l’ordinanza firmata dal presidente della Liguria Giovanni Toti che estende e prolunga le stesse misure già valide per il distretto di Ventimiglia fino al 14 marzo compreso.

“Mentre la curva su Ventimiglia sta scendendo grazie anche alle vaccinazioni e alle misure di chiusura, quella di Sanremo continua a salire: abbiamo bisogno di invertirla prima che la situazione inizi a precipitare – ha commentato Toti -. La situazione degli ospedali è ancora gestibile, ma nostro malgrado è necessario intervenire”.

Le nuove misure entreranno in vigore a partire dalla giornata di giovedì 4 marzo. Oltre alla chiusura delle scuole e delle aree giochi nei parchi pubblici scattano il coprifuoco anticipato alle 21, il divieto di asporto e di vendere alcolici dopo le 18, il divieto assoluto di assembramenti. Resta vietato entrare e uscire dai distretti interessati se non con l’autocertificazione.

Comuni Distretto 1 Ventimigliese

Airole, Apricale, Bordighera, Camporosso, Castel Vittorio, Dolceacqua, Isolabona, Olivetta San Michele, Perinaldo, Pigna, Rocchetta Nervina, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano, Vallebona, Vallecrosia, Ventimiglia

Comuni Distretto 2 Sanremese

Badalucco, Baiardo, Castellaro, Ceriana, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Ospedaletti, Pompeiana, Riva Ligure, Sanremo, Santo Stefano al Mare, Taggia, Terzorio, Triora.

Più informazioni
leggi anche
  • Dichiarazioni
    Toti: “Organizzare il festival di Sanremo è stato un grande atto di coraggio”