Quantcast
Il corteo

Coronavirus e restrizioni, ristoratori di nuovo in piazza: “Difendiamo lavoro e dignità” fotogallery

Oltre 400 persone hanno risposto alla chiamata: "Saremo qui tutti i lunedì"

Genova. “Non esiste evidenza scientifica che dica che i contagi avvengano all’interno delle attività commerciali piuttosto che sugli autobus o alle poste. Noi oggi siamo qui per difendere il nostro lavoro e la nostra dignità“. Con queste parole è iniziato il corteo organizzato dai ristoratori, nuovamente in piazza per protestare contro le restrizioni volute dal governo per provare ad arginare l’epidemia da coronavirus.

Circa 400 persone, dopo il concentramento a De Ferrari, hanno dato vita alla manifestazione che ancora una volta attraverserà le vie della città, tra slogan, striscioni e cori di protesta: “Saremo presenti tutti i lunedì”, è la promessa dei ristoratori liguri, di nuovo “chiusi” dal ritorno in zona arancione della nostra regione.

Le richieste sono quelle già espresse nelle manifestazioni precedenti: ristori certi e immediati, la possibilità di lavorare in sicurezza e il prolungamento dell’orario di apertura per permettere di lavorare anche durante la cena, appuntamento vitale per moltissimi esercizi. In piazza anche gestori di palestre e piscine, lavoratori del turismo e dello spettacolo, grossisti, tassisti e “tutti quelli che hanno subito una perdita o disagi da questa situazione”.

Nonostante la Questura avesse dato il via libera – come previsto dalla normativa anti Covid – a una manifestazione statica, oggi come annunciato giorni fa i manifestanti hanno dato vita a un corteo per le vie della città. Nessuna ‘passeggiata’ in sopraelevata ma la manifestazione è arrivata alla rotonda di Brignole, poi alla Fiera del mare per poi risalire da corso Torino, via Invrea e di nuovo in via XX Settembre. Nessun incidente ma ovviamente qualche disagio al traffico: “Manifestiamo perché non lavoriamo” hanno detto gli organizzatori della protesta alle persone ferme in coda, ma nel corso lungo pomeriggio in molti hanno scelto di sfilarsi dalla lunga camminata.

Per lunedì, ennesima settimana in zona arancione, è stata annunciata una nuova protesta.

leggi anche
  • Zona gialla
    Pienone a Genova per l’ultimo pranzo in riva al mare, domani ristoratori ancora in corteo
  • Domani
    I ristoratori genovesi in trasferta a Sanremo: “Presto torneremo in piazza a Genova”
  • De ferrari
    Genova in piazza contro le chiusure: non solo ristoratori, la protesta si allarga
  • Cortei vietati
    Protesta dei ristoratori, immagini al vaglio della Digos: gli organizzatori rischiano multe salate
  • "vogliamo lavorare"
    La rabbia dei ristoratori blocca la città: invasa la sopraelevata, proteste a De Ferrari
  • #ioapro
    Ristorante resta aperto dopo le 18: “Dobbiamo lavorare”. Poi la polizia sgombera il locale dai clienti
  • Alle 15
    La #protestaligure lunedì sotto la Prefettura: “Tutti con una catena perché siamo legati gli uni agli altri”