Coronavirus, 137 nuovi casi a Genova: il tasso di positività sale all'8,5% - Genova 24
Bollettino

Coronavirus, 137 nuovi casi a Genova: il tasso di positività sale all’8,5%

Sotto controllo la situazione dei posti letto a media e alta intensità. Oggi registrati 11 morti

Nuovo ambulatorio per tamponi rapidi in Valpolcevera

Genova. Sono 324 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati dall’odierno bollettino Alisa/Regione per il ministero della Salute. Il dato è riferito a 3850 tamponi molecolari effettuati. Quindi il tasso di positività sul totale è dell’8,5%. Il numero dei tamponi antigenici registrati oggi è pari a 3190.

Dei nuovi casi positivi, 148 riguardano la provincia di Genova (137 in Asl 3 e 11 in Asl 4), 65 ad Imperia, 78 nel savonese e 31 nello spezzino. Due casi non sono riconducibile a persone residenti in Liguria.

I morti registrati dal bollettino di oggi sono 11: si tratta di persone decedute negli ultimi tre giorni. Il paziente più giovane aveva 63 anni.

I guariti sono 236, sia quelli con tampone che lo certifica sia coloro che hanno avuto gli ultimi sintomi oltre 21 giorni fa. Al momento in Liguria ci sono dunque 6334 casi “attivi” di Covid, di cui 3136 in provincia di Genova.

Il totale degli ospedalizzati è di 631 pazienti, 6 meno di ieri. Le terapie intensive occupate sono 64. La soglia critica secondo il ministero della Salute è di 70 posti letto intensivi occupati, ovvero il 30% del totale.

I soggetti in isolamento domiciliare, ovvero in quarantena, asintomatici o con sintomi tali da non richiedere il ricovero, sono 5381, 149 in meno rispetto al bollettino ieri. Le persone in sorveglianza attiva in Liguria sono 5658.

Sul fronte delle vaccinazioni, nelle ultime 24 ore – tenendo conto che prosegue il blocco delle somministrazioni con AstraZeneca fino a lunedì – va avanti invece normalmente il piano con Moderna e Pfizer, di cui sono state inoculate 4950 dosi. In tutto le persone vaccinate sono 185151, 66242 delle quali hanno ricevuto entrambe le dosi. La percentuale dei vaccini somministrati su quelli consegnati è del 73%.

Più informazioni