Tema

Contro la violenza sulle donne, incontro di Liguria In Azione con le associazioni del territorio

Cofronto aperto al pubblico e si terrà martedì 30 marzo a partire dalle ore 18:30 su Zoom (ID: 894 8935 9893)

Genova. Liguria In Azione organizza una tavola rotonda di confronto con gli operatori del territorio impegnati dalla parte delle donne contro la violenza. Parteciperà Alessia Centioni, referente
nazionale per le Pari Opportunità di Azione, che illustrerà fra le altre cose il programma Next Generation Italia di Azione dedicato alle tematiche femminili.

“Contro la violenza sulle donne” é il primo di una serie di incontri che Liguria in Azione dedicherà alle donne, ai giovani e ai bambini in linea con il programma “Next Generation Italia” recentemente presentato dal partito fondato da Carlo Calenda: un progetto dettagliato e concreto che si propone di superare le arretratezze e le disuguaglianze che appesantiscono l’Italia e gettare le fondamenta per costruire il Paese della “Prossima generazione”.

La violenza sulle donne, fisica e psicologica, è la manifestazione più grave della discriminazione di genere. Un fenomeno in crescita, anche se i dati a disposizione sono pochi e mal censiti, perché spesso la violenza e la paura vivono e crescono nel silenzio. L’indagine sulla sicurezza sulle donne dell’Istat rileva che una donna su tre dichiara di aver subito violenze fisiche o sessuali, una donna su due subisce violenze psicologiche da parte dei partner, una donna su cinque subisce fenomeni di stalking e quattro su cinque sono state molestate in strada. E sappiamo che nel 2019, 111 donne sono state uccise: l’88,3% da qualcuno di conosciuto, che nella maggior parte dei casi era proprio il partner attuale o precedente (il 61,3% dei casi).

Ad oggi, uno dei più efficaci strumenti per rispondere all’emergenza della violenza sulle donne sono
i Centri Anti Violenza (CAV) che offrono ascolto, accoglienza, accompagnamento e orientamento a vittime di violenza (nel 95% dei casi) e molto spesso anche supporto alloggiativo (66%). Da qui l’importanza di organizzare occasioni di confronto con gli operatori del territorio impegnati dalla parte delle donne contro la violenza.

Alla tavola rotonda di mercoledì 30 marzo interverranno esponenti dei principali centri antiviolenza locali: Manuela Caccioni del Centro Antiviolenza Mascherona e Chiara Panero del Centro Per Non Subire Violenza, e le avvocate Maria Borra e Nadia Calafato, impegnate su questi temi e che operano
quotidianamente sul territorio nel contrasto alla violenza. All’incontro saranno presenti anche Fabrizio Pruzzo, consigliere del municipio IX Levante e coordinatore degli enti locali di Liguria In Azione, e il coordinatore politico regionale, Roberto Donno. Parteciperà anche Alessia Centioni, referente nazionale per le Pari Opportunità di Azione, che illustrerà fra le altre cose il programma Next Generation Italia di Azione dedicato alle tematiche femminili.

Le proposte di Azione dettagliate nel piano sono tante: moltiplicare il numero dei centri antiviolenza per raggiungere i target europei, sostenere le vittime per garantire loro autonomia e sicurezza anche dopo la denuncia di violenza, formare adeguatamente le autorità pubbliche con le quali le vittime entrano in contatto al momento della denuncia, incentivare la raccolta e analisi dei dati sulle violenze, istituire un fondo dedicato alle campagne di prevenzione.

L’incontro, moderato da Susanna Rimassa di Genova In Azione, è aperto al pubblico e si terrà martedì 30 marzo a partire dalle ore 18:30 su Zoom (ID: 894 8935 9893) con diretta sul profilo Facebook Genova in Azione.

Più informazioni