Turn over

Comune, proroga al 15 agosto dei contratti post Morandi. Viale: “Presto nuove assunzioni”

Sono 48 i "comunali" assunto per fronteggiare l'emergenza, come stabilito dal Decreto Genova

Genova. Prorogati, fino al 15 agosto, i 48 contratti del personale assunto per fronteggiare l’emergenza venutasi a creare con il crollo del ponte Morandi, previsti dal Decreto Genova. Lo annuncia l’assessore al Personale del Comune di Genova Giorgio Viale.

“Il nostro impegno – spiega l’assessore Viale – è sempre stato massimo perché questi lavoratori, che hanno dato un contributo importante nell’affrontare l’emergenza post crollo, potessero continuare a svolgere il proprio lavoro vista l’attuale situazione di emergenza pandemica. Si tratta di agenti di polizia locale, ingegneri e insegnanti, che stanno dando un prezioso apporto anche in tempi di Covid. Grazie alle coperture a disposizione del commissario all’Emergenza all’interno del Decreto Genova, possiamo provvedere a un’ulteriore proroga dei contratti che segue quella di due mesi a fine 2020, con una copertura di risorse anticipate dell’ente che ci ha permesso di non lasciare a casa, neppure un giorno, questi lavoratori”.

“Inoltre – conclude l’assessore – stiamo ultimando il piano assunzionale del Comune di Genova per il 2021: oltre a garantire l’interno turn over per chi è andato in pensione, contiamo di potenziare alcuni ambiti nell’ottica di un sempre crescente efficientamento della macchina comunale. Negli ultimi due anni, siamo arrivati a circa mille nuovi ingressi: un investimento sul futuro dell’ente che in termini di qualità dei servizi al cittadino: vogliamo continuare su questa strada che sta dando i buoni frutti”.