Economia

Come effettuare la raccolta differenziata senza commettere errori

A volte si possono commettere errori davvero elementari quando si effettua la raccolta differenziata: scopriamo insieme quali sono e come evitarli.

Separare i rifiuti senza commettere errori banali, a volte, risulta ancora difficile: molte persone difatti, ancora oggi si trovano in difficoltà. Proprio per questo abbiamo deciso di dare qualche suggerimento sullo smaltimento di quest’ultimi.

La plastica è tutta uguale?

Quando si pensa alla raccolta differenziata non si può fare a meno di acquistare diversi bidoni che possono contenere i rifiuti in maniera ordinata. Ad esempio, la pattumiera in acciaio per la raccolta differenziata potrà aiutarvi a sistemare tutto l’umido, mentre che i bidoni colorati saranno ideali per sistemare all’interno plastica, lattina e vetro. In questa maniera, potrete associare ad ogni colore un materiale da riciclare. Parlando della plastica, per esempio, molti non sanno che in realtà esistono tanti tipi di plastica e, alcuni di questi, non possono essere riciclati così come erroneamente si pensa. Iniziamo parlando dei classici sacchetti di plastica: non tutti si possono riciclare allo stesso modo, poiché è necessario capire quali sono i materiali di base della composizione. Anche le tazzine da cui siamo soliti bere il nostro caffè, non si possono riciclare normalmente ed anzi è necessario avere una macchina speciale per farlo. Se vi state chiedendo il perché, pensate che questi rifiuti sono stati realizzati con diversi materiali, a strati, che non consentono di esser gettate facilmente nel bidone del riciclaggio. Proprio per questo, è più facile riciclare una bottiglia che, invece, è realizzata solamente con plastica PET. Ad ogni modo, quado vi è possibile, è necessario evitare di produrre plastica: infatti, esistono delle soluzioni che vi permettono di non usare prodotti in plastica. Ad esempio, le bottiglie o i contenitori alimentari per trasportare il proprio pranzo fuori possono essere lavabili e riutilizzabili! Quando fate la spesa, poi, potete portare i vostri sacchetti per trasportare frutta e verdura e non quelli che trovate già esposti. In questo modo, produrrete meno rifiuti e potrete riutilizzare tantissime volte il sacchetto, lavandolo e igienizzandolo correttamente.

Ecco dove si gettano le vecchie cartucce della stampante

Un altro rifiuto che, molto spesso, suscita dei quesiti è la cartuccia della stampante: questo consumabile, difatti, è ritenuto un rifiuto speciale giacché deve essere smaltito in maniera differente da un classico rifiuto. Quando terminate le cartucce o il toner della stampante, difatti, è necessario affidarsi ad uno specialista che possa eliminare questo rifiuto speciale nel migliore dei modi. Proprio per questo, quando acquistate un nuovo consumabile, potrete consegnare al negoziante quello vecchio, così da evitare errori nello smaltimento di un prodotto che oramai è terminato e non è più riutilizzabile per la vostra stampante. Le aziende più grandi, peraltro, sono anche obbligate a dichiarare tramite appositi moduli come sono stati smaltiti questi rifiuti speciali, così da poter tracciare correttamente l’azienda che ha preso in carico lo smaltimento del prodotto consumabile.

Perché è necessario gettare nell’umido gli imballaggi sporchi

Terminiamo citando un altro dei problemi che si presenta facilmente quando si parla di riciclaggio di materiale: ad esempio, la plastica sporca non si può riciclare così come si pensa. Qualsiasi materiale sporco di residui di cibo, difatti, non può esser gettato nel bidone apposito. In alternativa, quando possibile, il materiale da riciclare può essere lavato per bene e poi gettato nel bidone corretto: come potrete immaginare, questo si può fare con una bottiglia di vetro, un oggetto in plastica o in metallo, ma non per uno in cartone. Quindi, quando acquistate la pizza e la mozzarella rimane attaccata, non dovete riciclarlo come un quotidiano, bensì gettarlo nella pattumiera dell’indifferenziata. In questo modo, starete facendo un ottimo riciclaggio dei materiali e, soprattutto, non andrete a complicare l’attività di coloro che, prima di dare nuova vita al materiale, dovranno pulire accuratamente una lattina piuttosto che una confezione di plastica. Ora che conoscete qualcosa in più circa questa tematica siete pronti per acquistare tutti i bidoni per la raccolta differenziata!

Più informazioni