Nuovo caso

Cluster di coronavirus all’ospedale di Lavagna, Toti: “Provocato da personale non vaccinato”

Trovati positivi 9 pazienti in un reparto. In una rsa di Tiglieto contagiati in 5 tra operatori e ospiti, tutti non vaccinati

Lavagna. Un nuovo cluster di coronavirus è stato rilevato all’ospedale di Lavagna e anche in questo caso risulta coinvolto un operatore sanitario che non si era vaccinato.

“Si tratta di un fatto analogo a quello del San Martino – ha spiegato il presidente Giovanni Toti in conferenza stampa -. È un cluster ospedaliero generato, così pare dalle prime indagini interne della Asl, da personale sanitario non vaccinato che ha portato il virus inconsapevolmente in un reparto“.

Al momento sono stati individuati 9 pazienti positivi che sono ancora ricoverati all’ospedale di Lavagna.

“Quello del personale non vaccinato a contatto coi pazienti è un tema molto delicato – ha commentato Toti – di cui si è parlato a lungo anche col Governo. Mi sono confrontato più volte anche col ministro Speranza, mi auguro che il legislatore intervenga al più presto dando un’interpretazione univoca”.

Vicenda simile in una rsa di Tiglieto dove sono risultati positivi due operatori sanitari e tre anziani: tutti avevano rifiutato il vaccino anti-Covid pur avendo la possibilità di riceverlo. Nessuno di loro sarebbe al momento in pericolo di vita, ma due anziani sono ancora ricoverati all’ospedale Villa Scassi di Genova.

Notizia in aggiornamento

leggi anche
  • Contagiati
    Coronavirus, cluster di variante inglese al San Martino: positiva un’infermiera no-vax
  • I criteri
    Ospedale San Martino, ecco a chi andranno le 5 dosi giornaliere di vaccino ‘avanzate’
  • Cluster
    Coronavirus al San Martino, positivi due sanitari che avevano ricevuto la prima dose di vaccino
  • Pressing
    Vaccino obbligatorio per il personale sanitario, Toti insiste: “Un decreto legge si fa in due ore”
  • Il caso
    Cluster Covid al San Martino, nuovo esposto in procura per un decesso in reparto
  • Nuovo caso
    Nuovo cluster di coronavirus all’ospedale Galliera, positiva un’operatrice non vaccinata