Corsa contro il tempo

Cimitero di Camogli, sono 320 i corpi dispersi. Ma ora si temono le mareggiate in arrivo fotogallery

Il meteo potrebbe cambiar completamente i piani delle operazioni di recupero: la prossima settimana sono previste possibili mareggiate

Camogli, dopo il crollo del cimitero le bare galleggiano in mare

Genova. Sale a 320 il numero dei feretri dispersi in mare o sotto le macerie del crollo del cimitero di Camogli, avvenuto lo scorso lunedì a seguito del collasso della falesia sottostante. A confermalo il sindaco di Fracesco Olivari, al termine del lavoro di censimento svolto dagli uffici comunali incrociando i registri delle tumulazioni e le pratiche di decesso degli ultimi decenni.

Per ogni loculo dei colombari crollati, infatti, spesso erano tumulate più salme della stessa famiglia, cosa che ha fatto crescere, quasi raddoppiare, il numero dei corpi andati perduti. Nel frattempo continua l’intervento degli incursori del Comsubin della Marina Militare, che nelle scorse ore hanno recuperato i resti umani di altri 5 feretri, oltre a 4 ossari, portando a 26 il numero totale dei ritrovamenti. L’area già perlustrata dai militari è circa due terzi di quella assegnata, cosa che aumenta, quindi, la possibilità che il “grosso” dei resti dispersi sia ancora sotto le macerie.

Ed è lotta contro il tempo, visto che già dal fine settimana la bolla di tempo sereno e mare calmo di questi giorni potrebbe esaurirsi: le prime piogge sono possibili a partire da venerdì, mentre dalla prossima settimana anche il mare cambierà totalmente aspetto, con possibili mareggiate su tutta la costa.

“Entro venerdì la parte a monte sarà messa in sicurezza e si procederà con il recupero massivo lavorando sul cono della frana – ha specificato Olivari – e potranno partire le operazioni con il pontone a mare che rimuoverà i detriti della frana“. E’ la fase due, che prevede movimentazioni di terra parziali, intervallate da nuove ricerche, sia in superficie che in acqua, dei corpi e resti umani. In caso di maltempo, però, i piani potrebbero saltare, richiedendo un approccio diverso: o più velocità nelle operazioni, oppure una sospensione in attesa di nuove condizioni favorevoli.

leggi anche
Crollo cimitero Camogli, le operazioni di recupero dei feretri
Raccoglimento
‘Al cimitero di Camogli disperso in mare’, la poesia di un pronipote che ha perso la trisnonna
tasca cimitero di camogli
La preghiera
Cimitero di Camogli, il vescono Tasca benedice le rovine: “Qui i cari persi per la seconda volta”
Crollo cimitero Camogli, le operazioni di recupero dei feretri
Emergenza nazionale
Cimitero di Camogli, recuperati 20 corpi. Iniziate le demolizioni: domani arriva l’esercito
Generica
Correnti
Recuperato un cadavere in mare a Vesima, potrebbe arrivare dal cimitero di Camogli
parenti cimitero camogli
Dolore e rabbia
Cimitero di Camogli, la preghiera dei famigliari sugli scogli: “Morti due volte, dopo anni di segnalazioni”
Frana cimitero Camogli
Disastro
Cimitero di Camogli, riprese le ricerche dei resti umani caduti in mare. Ma la falesia si muove ancora
Frana cimitero Camogli
Impressionante
Disastro a Camogli, crolla parte del cimitero: 200 bare finiscono in mare
camogli recupero vigili del fuoco
Senza sosta
Camogli, si scava ancora “con le mani” in cerca di feretri: pronti i mezzi meccanici
cimitero camogli comsubin sommozzatori
No stop
Cimitero di Camogli, ritrovati 320 resti umani: terminati i recuperi in superficie
Crollo cimitero Camogli, le operazioni di recupero dei feretri
Disastro evitabile?
Cimitero di Camogli, cinque persone indagate per il crollo: raccolti anni di segnalazioni dei cittadini
Frana cimitero Camogli
A rischio
Cimitero di Camogli, è ancora allarme crolli: nuovi distacchi di roccia dalla falesia