Stupore

Chiusura scuole superiori, critiche le opposizioni: “Decisione devastante per i ragazzi”

Per il consigliere regionale di Linea Condivisa Gianni Pastorino, e per il deputato ligure di LeU Luca Pastorino, si tratta di una "scelta inopportuna"

Genova. “Siamo stupiti dalla decisione della misura di Regione Liguria che da lunedì 8 marzo chiude le scuole superiori di secondo grado passando al 100% di didattica a distanza. Esprimiamo tutti i nostri dubbi e le nostre perplessità: troviamo questa scelta inopportuna, per le famiglie e per i ragazzi, anche alla luce dei numeri liguri”.

A dirlo il deputato ligure di LeU e segretario di Presidenza alla Camera Luca Pastorino e il capogruppo di Linea Condivisa in Regione Gianni Pastorino in una nota stampa congiunta, diramata poche ore dopo l’annuncio da parte del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti della sospensione delle lezioni in presenza per i ragazzi delle superiori a partire da domani, lunedì 8 marzo.

“E’ una misura che pagheranno in modo devastante sia le famiglie sia le ragazze e i ragazzi liguri che avevano ripreso una pseudo vita normale seppur nel rispetto delle regole”, sottolineano il deputato e il consigliere regionale all’opposizione.

leggi anche
  • Manifestazione
    Scuole chiuse, domani studenti e insegnanti in piazza contro la didattica a distanza
  • Situazione
    Covid, Toti: “Presto faremo 50mila vaccini alla settimana, chiusura scuole necessaria”
  • Effetti collaterali
    Scuole superiori chiuse e stop alle navette, le aziende dei bus: “Torniamo nel dramma totale”
  • Sfogo
    La lettera di un docente a Toti: “Centri commerciali aperti e scuole chiuse, è inaccettabile”
  • Analisi
    Coronavirus, il giallo delle scuole superiori nei dati Asl: “Non è qui che si contagiano i giovani”