Cep di Pra' e Marassi, doppio colpo della polizia: arrestati due spacciatori - Genova 24
Droga

Cep di Pra’ e Marassi, doppio colpo della polizia: arrestati due spacciatori

In manette un 48enne italiano e un 34enne ecuadoriano, sequestrate cocaina e hashish

Generica

Genova. Due spacciatori sono stati arrestati a Genova nel corso di due distinte operazioni della polizia di Stato.

Al Cep di Pra’ è finito in manette un 48enne italiano. L’uomo, che era già stato arrestato e condannato in passato per un fiorente mercato della droga, si spostava in autobus nelle quattro delegazioni del ponente genovese, prediligendo le ore mattutine per piazzare le sue dosi.

Gli uomini del commissariato di Sestri, che lo tenevano d’occhio da qualche giorno, dopo aver assistito ad una sua attività di spaccio, si sono avvicinati e lui ha iniziato a correre tra i palazzi del Cep cercando di far perder le sue tracce. Ma gli operatori non lo hanno mollato e, nell’inseguirlo, lo hanno indirizzato verso il retro di un palazzo, dove ad attenderlo c’era la volante del commissariato, già opportunamente piazzata.

L’uomo non aveva più alcuna dose addosso, ma solo 100 euro in banconote da 50, 20 e 10 euro, tipici tagli da vendita. Reticente a fornire il suo indirizzo, i poliziotti hanno rintracciato e raggiunto l’indirizzo della madre che ha confermato fosse la dimora del figlio. Qui gli operatori hanno trovato, nascosti nella sua stanza, 50 grammi di cocaina purissima solida ancora da tagliare, due pezzi di hashish per un peso di 20 grammi, due bilancini di precisione, circa 100 bustine trasparenti per il confezionamento delle dosi e, tra un libro e l’altro di una piccola libreria, una busta di carta con all’interno 900 euro, sempre suddivisi nei classici tagli da 50, 20 e 10 euro.

La quantità di cocaina e la sua purezza avrebbero permesso il confezionamento di più di 100 dosi da vendere: un vero e proprio “tesoretto”.
L’uomo è ora rinchiuso nel carcere di Marassi e l’attività sul territorio della squadra antidroga del Commissariato Sestri prosegue senza sosta.

In via Ricca, a Marassi, è stato arrestato un cittadino dell’Ecuador di 34 anni. Durante il servizio di controllo del territorio i poliziotti delle volanti hanno notato un’autovettura in sosta con due persone a bordo e un uomo che si trovava in prossimità del lato passeggero che cedeva loro qualcosa in cambio di denaro. Alla vista dell’autovettura di servizio la persona appiedata ha iniziato a correre ma i poliziotti lo hanno seguito e fermato.

Addosso aveva tre involucri in cellophane contenenti circa 3 grammi di cocaina e la somma di 70 euro. Nel borsello 1.180 euro suddivisi in banconote da 50, 20, 10 e 5 euro. Nella sua abitazione sono stati trovati altri 3 grammi dello stesso stupefacente.

L’uomo, irregolare sul territorio nazionale, ha precedenti per spaccio e per reati contro il patrimonio, è sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali, sarà giudicato questa mattina con rito per direttissima.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Infallibile
Droga in centro storico, il cane Maqui incastra un pusher della Maddalena
Generica
Fenomeno
Droga tra gli studenti, nell’anno del Covid a Genova sestuplicati i casi segnalati dalla polizia locale