Non benissimo

Caos al terminal Psa di Pra’, centinaia di camionisti in coda e rischio assembramenti

Fai Conftrasporto: "App offline e autisti ammassati, così non è garantita la tutela dal contagio". Il terminal: "Personale potenziato"

Genova. Centinaia di camionisti ammassati in coda all’ufficio merci per sbrigare le pratiche all’interno del terminal Psa di Pra’. È quanto succede questa mattina dopo lo sciopero nazionale di 48 ore dei trasportatori che a Genova ha provocato un “effetto rimbalzo” con gravi disagi al traffico urbano e ripercussioni sulle autostrade.

“Presso i terminal hanno reso offline l’app per la gestione delle code e degli ingressi, costringendo centinaia di autisti a stare ammassati in coda, alimentando gli assembramenti e non garantendo la tutela contro il contagio da Covid-19″, denuncia la Fai Conftrasporto.

Dagli uffici del terminal il personale conferma che l’app è stata disattivata di proposito con l’intenzione, in realtà, di evitare gli assembramenti. Il sistema informatico infatti assegna automaticamente un tempo di attesa a ciascun camionista, mentre in questo modo si passa subito in ordine di arrivo. Per far fronte al volume straordinario di camion in arrivo è stato impiegato tutto il personale disponibile.

“Ma con l’app ognuno avrebbe saputo il suo turno e sarebbe rimasto sul camion o al bar, invece ora ci costringono a stare in coda fisicamente – ribatte Franco D’Artizio, segretario della Fai genovese -. Tutto questo non ha senso. Sarebbe meglio che la gestione degli autisti la dessero a un soggetto terzo”.

leggi anche
  • Mattinata difficile
    Dopo lo sciopero tutti in coda: a Sampierdarena, Cornigliano e in val Polcevera traffico bloccato