Quantcast
La rinuncia

Calcio: il Canaletto ha deciso di non continuare il campionato di Eccellenza

È prevalsa la meditata consapevolezza di salvaguardare i giocatori e i loro familiari dai rischi Covid

Genova. L’Usd Canaletto Sepor, avvalendosi della facoltà concessa dalla Federazione, ha deciso di non continuare il campionato di Eccellenza nella corrente stagione.

È stata una decisione sofferta dal punto di vista umano e sportivo – afferma il direttore generale Fabrizio Vaccarini – per le aspettative che tutti avevano riposto in questa categoria, conseguita per la prima volta dalla nostra società”.

“È prevalsa la meditata e responsabile consapevolezza della pesante situazione nella quale tutti ci troviamo, a causa dell’emergenza pandemica – continua Vaccarini non riteniamo di  dover esporre dei giocatori dilettanti ai rischi per loro e per le rispettive famiglie che uno sport di contatto comporta”.

“Ci conforta il fatto che la nostra decisione non ci vede isolati né a livello regionale né nazionale – conclude Vaccariniil senso di responsabilità deve prevalere  sulla passione, che è sempre forte e che speriamo di poter ricominciare a coltivare. Quando la situazione migliorerà e lo permetterà ci faremo trovare pronti con tutti i nostri ragazzi e riprendere un cammino fatto di serietà, passione, sportività, amicizia e condivisione di valori importanti. Grazie a tutti”.

Nella foto: mister Massimo Plicanti e  la presidente Sabrina Benassi

leggi anche
  • Rinuncia
    Eccellenza, dopo quella del Canaletto arriva la rinuncia dell’Alassio FC
  • Calcio
    Eccellenza: il Molassana non riprenderà il campionato
  • Attesa
    Eccellenza, rinunce e possibile cambio di format: potrebbe saltare il primo girone
  • Ufficiale
    Eccellenza, verso la ripresa: quattordici squadre ci saranno, sette no