Si parte

Vaccino anti Covid, dall’8 marzo in Liguria potranno farlo anche gli insegnanti

Dal 3 marzo sarà possibile prenotare, al via anche la campagna per le forze dell'ordine con le dosi AstraZeneca

Genova. Da lunedì 8 marzo potranno vaccinarsi contro il coronavirus in Liguria sia le forze dell’ordine sia il personale scolastico. Ad anticipare la novità, che sarà approfondita domani nel corso della presentazione del piano per la somministrazione delle dosi AstraZeneca agli under 65, è stato questa sera in conferenza stampa il presidente della Regione Giovanni Toti.

“Per i vaccini AstraZeneca inizierà la campagna di prenotazione da mercoledì della settimana prossima (il 3 marzo, ndr) e le somministrazioni cominceranno con l’inizio della successiva, ovvero l’8 marzo, per poi proseguire indefinitamente finché ogni cittadino non avrà ricevuto il suo vaccino”, ha spiegato Toti.

Parte quindi ufficialmente la fase 3 che inizierà con le categorie prioritarie indicate dal ministero della Salute, a esclusione delle persone ultra-fragili che saranno immunizzati con le dosi Pfizer e Moderna, e dunque dovranno passare in coda agli over 80. Attraverso i corpi di appartenenza potranno prenotarsi le forze dell’ordine (polizia, guardia di finanza, capitaneria di porto, vigili del fuoco, polizia locale), coordinate da un tavolo ad hoc aperto in Prefettura, che si vaccineranno sui rispettivi luoghi di lavoro.

Invece il personale scolastico e universitario docente e non docente dovrà chiamare direttamente il proprio medico di famiglia che fisserà un appuntamento a seconda delle dosi rese disponibili dai farmacisti nell’ambito degli accordi firmati con la Regione.

“Oggi ci siamo visti in Regione per pianificare la distribuzione – conferma Andrea Stimamiglio, segretario ligure della federazione dei medici di medicina generale -. Noi siamo pronti a vaccinare, ma dovremo avere materialmente i vaccini che in questo momento non abbiamo. È probabile che entro l’8 marzo arrivino, ma finché non avremo questa certezza non potremo ricevere prenotazioni”.

Ogni medico di famiglia in Liguria ha in media tra i propri assistiti una ventina tra dipendenti del sistema scolastico e agenti di polizia locale (le altre forze dell’ordine si vaccinano in caserma). La verifica sull’effettiva appartenenza a una delle categorie prioritarie sarà effettuata direttamente dal medico.

A scuola e forze dell’ordine, categorie che sono già state individuate con una certa precisione, dovranno poi aggiungersi coloro che frequentano i luoghi di comunità civili e religiosi (tra cui anche i penitenziari) e “altri servizi essenziali” che al momento sono ancora da definire.

Il piano di Alisa prevede la disponibilità di 31.600 dosi AstraZeneca a febbraio, 75mila a marzo, 180mila ad aprile e altrettante a maggio. Sulla base di questi dati è possibile ipotizzare che circa 370mila liguri under 65 (oltre al personale del servizio sanitario regionale e delle Rsa già coperto nella prima fase) saranno immunizzati nei prossimi tre mesi.

leggi anche
  • Covid
    Vaccini, in arrivo il nuovo piano per gli under 65. Toti: “19mila dosi a settimana”
  • Appello
    Coronavirus, Lista Sansa: “Subito un piano di vaccini per i lavoratori della scuola”
  • Soluzione
    A Busalla i vaccini anti Covid si faranno anche alla stazione del treno
  • Appello
    Covid, Rossetti (Pd): “Toti dia certezza di vaccinazione alle persone affette da malattie rare”
  • Auspicio
    Mascia (Forza Italia): “Avvocati e personale giudiziario siano vaccinati al più presto”
  • Schermaglie
    Vaccino anti Covid, Sansa: “Toti promette di finire a maggio, ma si prenota per giugno”
  • Dove farlo
    Vaccino anti Covid, aprono nuovi punti per le somministrazioni nel Golfo Paradiso
  • La guida
    Vaccino anti Covid, il piano per gli under 65 in Liguria: chi potrà riceverlo e come prenotarsi