Quantcast
Situazione critica

Vaccinazioni over 80, posti disponibili verso il tutto esaurito: vertice tra Toti e i direttori sanitari

Si va verso una riprogrammazione degli slot ma il problema è sempre lo stesso: ci sono troppo pochi vaccini

Genova. Se già ieri sera, alla fine del primo giorno dell’apertura delle prenotazioni, chi provava a fare richiesta del vaccino anti Covid per un over 80 poteva sperare di ottenere un appuntamento a giugno, questa mattina gli slot disponibili sembrano essere concretamente esauriti.

La problematica è emersa per i cittadini che hanno scelto le farmacie abilitate come canale di prenotazione (attivo da questa mattina) alternativo al sito o al numero verde. Tuttavia il sistema accetta a singhiozzo anche nuove prenotazioni (3000 nell’ultima mezzora, forse perché c’è anche chi sta disdicendo quelle già fatte che sono in totale oltre 57mila), e spiegano da Liguria Digitale, non si tratta di un problema informatico.

Il motivo del blocco? Di fatto Alisa e Liguria Digitale programmano le vaccinazioni facendo conto sulle dosi a disposizione (calcolando che servono anche quelle per il richiamo), e matematicamente queste dosi, al momento, non sono sufficienti a soddisfare tutte le richieste. Inoltre se ieri era sembrato che il problema riguardasse solo alcuni punti-vaccino, come ad esempio l’ospedale Evangelico di Voltri, oggi la questione investe tutta la Liguria.

Il presidente della Regione Giovanni Toti, che già ieri sera aveva preannunciato aggiustamenti, questa mattina ha convocato i direttori sanitari della Regione per capire il da farsi e alle 12.30 dovrebbe svolgersi una conferenza stampa che trasmetteremo anche sui nostri canali social. E’ probabile che si decida di riprogrammare gli slot aggiungendone di nuovi, nella speranza che arrivino nuove dosi, ma il rischio concreto è non solo che quelle dosi non arrivino ma che ci siano, come accaduto fino a oggi, dei ridimensionamenti e dei ritardi.

L’altro rebus da risolvere, oltre a quello di fornire ai cittadini delle prenotazioni che siano concretamente rispettate, sarà quello di organizzare le nuove programmazioni: molti potrebbero infatti prendere male l’ipotesi che chi dovesse tentare di prenotare domani, per esempio, potrebbe avere un appuntamento prima di chi ha prenotato ieri.

D’altronde la Liguria, e il governatore, finora si è dichiarata contraria alla possibilità di acquistare i vaccini attraverso canali extra Ue, come sta cercando di fare la Regione Veneto con 27 milioni di dosi, scelta sconsigliata fortemente, perché considerata poco sicura, dalla commissione europea.

leggi anche
  • Rassicurazioni
    Vaccino prenotato per giugno? Toti: “Faremo aggiustamenti per rispettare la data del 30 maggio”
  • Come funziona
    Vaccino anti Covid: da domani prenotazioni in farmacia, da lunedì anche dal medico
  • Corsa contro il tempo
    Vaccini over 80, uno su tre ha già prenotato: ecco perché per gli appuntamenti si va già a maggio
  • Agenda
    Covid, mancano i vaccini? Toti respinge la linea del fai-da-te: “Deve trovarli Draghi in Europa”
  • Cosa è successo
    Caos prenotazioni vaccino over 80, Toti: “Tutti lo riceveranno entro il 30 maggio, no all’assalto”
  • Canale parallelo
    Vaccino anti Covid, chi sono i cittadini liguri che lo riceveranno prima di molti over 80
  • Particolarità
    Vaccino anti Covid, a Recco le prenotazioni sono gestite direttamente dal Comune
  • Altro canale
    Vaccino anti Covid, da lunedì si potrà prenotare attraverso il medico di famiglia