Anche questa

Tubo rotto a San Benigno, sott’acqua anche l’osteria di Don Gallo

Non bastavano i problemi legati ai dcpm e al covid, l'allagamento nel quarantennale del ristorante. La comunità di San Benedetto: "Grazie a chi ci sosterrà"

Genova. Anche questa non ci voleva: in un momento tutt’altro che semplice per la ristorazione, tra chiusure parziali o totali e i tentativi di resistere con asporto e delivery, un danno nel danno è arrivato all’Osteria Marinara A’ Lanterna, nota come l’osteria di Don Gallo, gestita in via Milano dalla comunità di San Benedetto al porto.

Ieri sera l’osteria, così come altre attività commerciali dell’isolato, è stata allagata a causa della rottura del tubo della rete idrica in via Di Francia. Un vero e proprio fiume con cascate che si riversavano sul sottopasso ha invaso il ristorante, rinnovato qualche anno fa in seguito alla partecipazione a una trasmissione tv.

“Importanti i danni per la nostra Osteria Marinara A’ Lanterna, di Don Gallo momento davvero difficile nel quarantennale del nostro ristorante che, nato nel 1981, fu la prima impresa sociale della comunità”, scrive il portavoce di San Benedetto al porto, Domenico Chionetti, che proprio in questi giorni si era ripreso dopo essere stato contagiato dal Covid: “Grazie a chi già sin da ora ci sta scrivendo e ci sosterrà nei prossimi giorni”.

Nella zona anche una gastronomia asiatica, alcuni spedizionieri: anche queste attività hanno subito danni non indifferenti a causa dell’allagamento.

leggi anche
  • Al lavoro
    Maxi falla nell’acquedotto, sostituito il mega tubo: lavori no stop nella notte
  • Attenzione
    Tubo dell’acquedotto da mezzo metro di diametro si spacca: mezza città senz’acqua
  • Disastro
    “Come un’alluvione, aiutateci”: l’appello della locanda di Don Gallo sommersa dalla maxi perdita