Quantcast
Le indagini

Tentata rapina con una spada in una gioielleria di via Canevari: due arresti

L'episodio risale all'8 gennaio. Uno dei malviventi si era traversito da guardia giurata e aveva lievemente ferito i due titolari

Genova. Avevano cercato di rapinare, l’8 gennaio di quest’anno, una gioielleria in via Canevari. Ora grazie alle indagini del nucleo operativo della compagnia centro dei carabinieri sono stati arresti su ordinanza di custodia cautelare per tentata rapina e lesioni.

Si tratta di B. A. M., classe ’81 di nazionalità marocchina residente a Sestri Levante, e di J. S., classe ’90, tunisino residente a Lavagna ma di fatto domiciliato anche lui a Sestri Levante.

Quella mattina, come si vede dalle immagini uno dei due era rimasto all’esterno della gioielleria a fare il palo, il complice era entrato nel negozio travestito da “guardia giurata” e con il volto travisato da una mascherina scura. Aveva estratto una spada che aveva nascosto in uno zaino, facendosi consegnare l’incasso dai due coniugi titolari dell’attività.  Le vittime avevano reagito e il rapinatore aveva colpito entrambi con il dorso della spada, procurandogli lievi lesioni alla testa e alcuni ematomi, per poi scappare insieme al complice senza riuscire a rubare nulla.

I due, dopo una prima breve fuga, erano riusciti a cambiarsi, facendo perdere le tracce a bordo di uno scooter. Grazie e telecamere, analisi dei tabulati e delle celle telefoniche e intercettazioni i carabinieri sono riusciti a identificarli e a ottenere dal gip l’arresto.

Più informazioni