Quantcast
Critica

Stop allo sci, Rixi (Lega): “Rimborsi certi e immediati, cancellare il metodo Conte”

"Serve un cambio di passo e rispetto per la gente di montagna, per gli imprenditori che devono programmare gli investimenti e per chi ha diritto a lavorare"

Genova. “Dopo la beffa ai ristoratori per San Valentino ora una mazzata agli impianti sciistici. Il ‘metodo Conte’ con annuncio la domenica e chiusura il lunedì sta portando la nazione al default. Servono decisioni inappellabili e soprattutto nei tempi giusti, con responsabilità chiare”, Lo ha detto in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, responsabile nazionale Infrastrutture.

“Serve un cambio di passo e rispetto per la gente di montagna, per gli imprenditori che devono programmare gli investimenti e per chi ha diritto a lavorare. Serve un piano di rimborsi certi e immediati, senza cavilli burocratici. Serve un cambio di squadra a livello tecnico”, continua Rixi.

Ieri anche il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti aveva criticato il governo per la decisione tardiva presa sulla base delle indicazioni del Cts.

Più informazioni
leggi anche
  • Delusione
    Zona arancione e stop allo sci, Toti: “Da Conte a Draghi non è cambiato molto”