Poker blucerchiato

Show della Samp Primavera: 4-1 alla Juventusrisultati

Match sontuoso dei ragazzi di Tufano, in goal con Siatounis, Trimboli (rig), Di Stefano e Yepes Laut

Vinovo. Nel recupero della quinta giornata del Campionato Primavera 1, la Sampdoria di Felice Tufano, scende in campo, sul morbido sintetico dell’ Ale&Ricky, con questa formazione:

Avogadri; Aquino, Angileri, Obert; Ercolano, Trimboli, Yepes Laut,  Siatounis, Giordano;  Prelec, Di Stefano.

A disposizione: Saio, Zovko, Napoli, Somma, Marrale, Brentan, Sepe. Montevago, Krawczyk, Yayi Mpie, Hermansen, Gaggero.

per affrontare la Juventus di Andrea Bonatti, che a sua volta si affida a questo schieramento:

Senko; Leo, Fiumanò, Nzouango, Ntenda; Soulé, Omic, Miretti, Iling; Da Graca, Sekulov.

A disposizione: Daffara, Verduci, De Winter, Turicchia, Maressa, Ledonne, Cerri, Cotter, Bonetti, Hasa, Sekularac, Galante.

La direzione della gara è affidata al signor D’Ascanio di Ancona, assistito dai guardialinee Carrelli e Severino di Campobasso.

Al 2° percussione centrale di Miretti, che serve Da Graca, il cui tiro – da favorevole posizione – va alle stelle.

Al 5° bravo Prelec, a liberare il suo sinistro e ad impegnare severamente il portiere bianconero ungherese Zsombor Senko, che deve ripetersi in una grande parata su Ercolano… che insiste da lontano, subito dopo, sfiorando la traversa.

Al 15° Iling arriva sul fondo e mette pericolosamente in mezzo, ma De Graca non ci arriva per un pelo.

Al 17° Giordano perde una facile palla in avanti, consentendo al macedone Sekulov di partire in contropiede e servire, poi,  De Graca, in sospetta posizione di offside, cui non riesce ad opporsi Avogradi, la cui deviazione manda la palla sul palo e da lì  in rete… Juventus in vantaggio per 1-O

Al 22° Nik Prelec serve Ercolano, che la mette dentro di prima, consentendo al greco Siatounis (ex Panathīnaïkos) di deviare in rete, in spaccata… risultato recuperato (1-1).

Al 31°, su errore di Sekulov, Yepes Laut mette Di Stefano solo davanti a Senko, ma l’ex Catania colpisce il palo in pieno, con la palla che ritorna fra le braccia del portiere sul rimbalzo… Samp sfortunata.

Al 33° assist dell’argentino Matias Soulé per l’inglese Iling, con Avogadri che salva d’istinto e si ripete, con un strepitosa parata, sulla ribattuta di Miretti… bella partita.

Al 36° Prelec va via di prepotenza, in contropiede, ma invece di servire Di Stefano, ci prova da solo senza centrare la porta… altra grande occasione da rete.

A 40° rigore per la Samp, con Miretti che atterra in area Trimboli, che si prende il compito di trasformare il penalty (2-1 per il Doria).

Al 45° giallo per il francese Jean Claude Ntenda (in precedenza era stato ammonito anche il centrale Fiumanò) e sulla punizione senza esito, D’Ascanio manda le squadre negli spogliatoi, per l’intervallo, al termine di un primo tempo scoppiettante.

Si riprende senza nessun cambio nelle due formazioni.

Al 49° la Samp cala il tris… Prelec serve Trimboli, che la mette in corridoio per Di Stefano che infila Senko: 3-1 e palla al centro.

Al 5° De Graca, da vero centravanti, si libera al limite di Angileri, facendo perno su di lui e spara in porta, con Avogadri che risponde da campione.

Cambio Juve, al 52°: esce un centrocampista, l’austriaco Ervin Omic ed entra una punta, il gigante Cerri, ex Pescara.

Al 55° giallo a Nik Prelec, che tentava di recuperare una palla in scivolata.

Al 58° ed al 59° l’arbitro nega due evidenti rigori, uno per parte: un mani di Yepes in area Samp, su tiro di Cerri ed uno sbilanciamento di Di Stefano, solo davanti a Senko.

Al 61° punizione, dalla trequarti, per fallo su Trimboli… Sulla successiva punizione di Giordano, Prelec manda di testa sopra la traversa.

Al 67°  incredibile parata, di piede, di Avogadri, su colpo di testa di Fiumanò, che ruba il tempo a Yepes… poi Prelec spazza l’area.

Altro intervento di Avogadri, su un incisivo sinistro del numero 10 Soulé,  ma al 69° la Samp cala il poker… palla lunga di Yepes per Prelec,  che finta il tiro, spiazzando il francese Felix Nzouango e mettendo Yepes Laut in condizione di battere un rigore in movimento: 4-1 per la Samp.

Al 72° doppio cambio per entrambe le formazioni: escono Iling per Maressa e De Graca per Sekularac  (nella Juve) ed entrano Brentan ed Mpie per Di Stefano e Siatounis.

All’ 80°  Hasa e Turicchia danno il cambio a Soulé e Ntenda e subito Luis Hasa impegna Avogadri, forse il migliore in campo… incredibile a dirsi, con questo risultato.

All’86° Somma prende il posto di Ercolano, una prestazione “maiuscola”,  la sua.

All’88° Miretti mette giù “bisontino” Prelec, ma la punizione di Giordano viene respinta dalla barriera.

Triplice fischio al 93° minuto di una partita “da leccarsi i baffi”,  da parte dei ragazzi di Tufano, che ancora una volta dimostra di essere un eccellente tecnico, capace di tirare fuori il meglio dalle rose a sua disposizione.