Quantcast
Incidente

Nodo ferroviario, cabina elettrica esplode e ustiona un operaio: proclamato lo sciopero

Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil chiedono un incontro urgente alla direzione del cantiere

Generica

Genova. Grave incidente sul lavoro ieri pomeriggio nel cantiere del nodo ferroviario di Genova. Un operaio è rimasto ustionato a causa dell’esplosione di una cabina elettrica nei pressi di Brignole.

Si tratta di un uomo di 47 anni, portato d’urgenza al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena. Secondo quanto riferito dai medici non rischia la vita, ma ha riportato gravi ustioni al volto. È ricoverato in prognosi riservata.

Dopo l’episodio i sindacati hanno proclamato quattro ore di sciopero, in attesa che vengano chiarite le dinamiche dell’incidente. “Esprimiamo grande preoccupazione per il grave infortunio sul lavoro che si è verificato nei cantieri del nodo ferroviario genovese, che ha coinvolto un lavoratore dipendente di un’impresa in subappalto”, scrivono in una nota Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil della Liguria.
“Chiediamo un incontro urgente alla direzione del cantiere – spiegano Mirko Trapasso, Andrea Tafaria e Federico Pezzoli, segretari generali regionali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil  -. La sicurezza dei lavoratori deve essere al primo posto: chiediamo al Consorzio Cociv, alla Cossi Costruzioni e all’azienda in subappalto del lavoratore ustionato un incontro immediato”.
leggi anche
Generica
Incontro
Nodo ferroviario e terzo valico, sindacati: “Confronto positivo sulla sicurezza”