Quantcast
Trend

Mercato delle auto usate, Genova è la provincia più cara: prezzo medio 12mila euro

Il capoluogo ligure è fanalino di coda per i passaggi di proprietà secondo il centro studi di Autoscout24

Genova. Dopo i primi sei mesi segnati dall’impatto del lockdown, il mercato delle auto usate in Liguria ritorna tra alti e bassi con il segno positivo. In Liguria nel II semestre 2020, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i passaggi di proprietà di auto usate sono cresciuti del +6,5% (36.342 atti), un dato superiore alla media nazionale (+3,4%). In provincia di Genova la percentuale più bassa della regione.

E’ quanto rilevato dall’centro studi di AutoScout24 sulla base dei dati Aci. Per numero di passaggi di proprietà rispetto alla popolazione residente maggiorenne: prima Imperia con 321,5 passaggi ogni 10mila abitanti, seguita da Savona (318,4), La Spezia (275,3) e, fanalino di coda, Genova (249,4). L’età media delle vetture proposte è leggermente diminuita rispetto al 2019 passando da 9,5 anni agli attuali 9,1.

Per quanto riguarda la tipologia di auto scelta, il 48% delle richieste totali ricevute dagli utenti della regione nel 2020 riguarda vetture diesel e il 47% auto a benzina. Per quanto riguarda le auto ibride ed elettriche, invece, nel mercato dell’usato si è ancora agli inizi, con l’1,1% delle richieste totali.

In merito ai modelli più richiesti in regione vince in assoluto la Volkswagen Golf, ma se si prendono in considerazione solo le vetture ibride ed elettriche troviamo tra le ibride la Toyota Auris e tra le elettriche la Tesla Model S.

Il prezzo medio di vendita si attesta, in generale, a 11.960 euro. E’ un dato inferiore alla media nazionale (14.400 euro). Genova, insieme a Savona, è la provincia più cara: una vettura in queste province ha un prezzo medio di 12.160 euro. Seguono Imperia (11.440 euro), la “più economica” La Spezia (11.290 euro). I prezzi salgono se si considerano le vetture usate elettriche (20.470 euro) o ibride (27.210 euro).

Più informazioni