Quantcast
La kermesse

Il protocollo Rai per il Festival di Sanremo: niente pubblico all’Ariston, stop agli eventi esterni e ai programmi collegati

Toti: "Non fare il Festival sarebbe un errore gigantesco, farlo in un altro posto mi sembra folle"

Sanremo. La Rai ha elaborato il protocollo per lo svolgimento in sicurezza del Festival di Sanremo che sarà inviato il 2 febbraio al Cts. Lo riporta l’agenzia Ansa. Tra gli elementi essenziali figurano l’assenza di pubblico all’Ariston, lo stop agli eventi esterni e alla presenza a Sanremo di programmi collegati al festival.

“La Rai, al termine di una riunione con il direttore artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo – spiega una nota di viale Mazzini – debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston. Per tale motivo domani l’azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione”.

“Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora. Con tale impostazione – spiega ancora l’azienda – la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival”.

Intervenendo a La7, il presidente della Regione Giovanni Toti ha sottolineato: “Forse era il caso di spostarlo di alcune settimane. Non fare il Festival sarebbe un errore gigantesco, farlo in un altro posto mi sembra folle. Cerchiamo di fare come si può fare con buonsenso e moderazione”.

leggi anche
  • Kermesse
    Via libera al Festival di Sanremo all’Ariston, Toti: “Ha prevalso il buon senso”