Post match

Genoa, Ballardini: “Inter e Lukaku impressionanti, noi potevamo fare meglio”risultati

“Nel primo tempo il Genoa se l’è giocata, ma poi nella seconda frazione siamo stati meno ordinati. Inter favorita per lo scudetto”

Milano. Oggi allo stadio San Siro il Genoa non è riuscito a mantenere la propria imbattibilità contro la più quotata Inter. La striscia magica inaugurata contro il Bologna il 9 gennaio ha quindi accusato una battuta d’arresto, con la formazione allenata da Antonio Conte che è stata capace di confermare la propria superiorità rifilando un netto 3-0 alla compagine di mister Davide Ballardini.

Nel post partita è stato proprio il tecnico rossoblù a prendere la parola per dire la sua, ammettendo la superiorità dimostrata dagli avversari in questa gara.

”L’Inter è la favorita per lo scudetto perché non ha altri impegni – ha dichiarato – In questo modo possono concentrare tutta la loro attenzione sul campionato senza dover investire energie fisiche su altre competizioni, condizione non ancora comune per le formazioni antagoniste dei nerazzurri.”

Ballardini ha poi parlato della prestazione dei suoi definendola migliore nella prima frazione rispetto alla seconda. “Inizialmente abbiamo creato qualche occasione, poi nella ripresa potevamo e dovevamo fare meglio”, questa la confessione del mister di Criscito e compagni.

Sempre Ballardini ha aggiunto anche di aver operato determinate scelte in vista del derby, non negando quindi le difficoltà dei suoi a giocare una partita ogni tre giorni.  

Nonostante questo il Genoa comunque non ha sfigurato contro una squadra in salute ed entusiasta, nella quale giocano campioni del calibro di Romelu Lukaku. Proprio per il belga il tecnico rossoblù ha riservato parole al miele, definendolo come un vero e proprio esempio per i suoi compagni oltre che leader tecnico-tattico. 

Adesso per il Genoa, come già abbiamo avuto modo di raccontare, sarà la Sampdoria il prossimo ostacolo, per un derby che si prospetta davvero emozionante ed agguerrito.

Mercoledì alle 20:45 dunque l’attenzione sarà tutta proiettata allo Stadio Luigi Ferraris, mentre giovedì toccherà all’Inter tentare di confermarsi contro la penultima forza del campionato; il Parma di Roberto D’Aversa.