Aiuti

Familiari vittime ponte Morandi, la giunta proroga agevolazioni su scuola e Tari

Libri e mensa gratuiti per i figli minori delle vittime genovesi del 14 agosto: esenzione della Tari per i nuclei familiari e agevolazioni per bus e parcheggi

Genova. La giunta comunale, su proposta degli assessori Barbara Grosso, Matteo Campora e Pietro Piciocchi, ha approvato la delibera che proroga le agevolazioni a favore dei familiari, residenti a Genova, delle vittime del crollo del ponte Morandi, con particolare attenzione ai minori e alle persone anziane e/o con disabilità.

Per quanto riguarda i servizi educativi, la giunta ha deciso di mantenere per il 2021 i benefici a favore dei figli minori delle vittime, prorogando l’annullamento del pagamento della tariffa del servizio di ristorazione scolastica e la fornitura gratuita dei libri di testo mediante comodato d’uso gratuito.

Relativamente ai tributi, è prevista l’erogazione di un contributo pari alla Tari dovuta per l’anno 2021 per l’abitazione di residenza delle vittime, prevedendo che possano accedere al contributo, dietro presentazione di specifica istanza, i familiari residenti al 14 agosto 2018 nella stessa abitazione della vittima e in regola con i precedenti pagamenti Tari.

Infine, è stata data indicazione alle aziende partecipate del Comune di Genova perché proseguano con l’offerta gratuita per un altro anno dei propri servizi, come tessere AMT e permessi di Genova Parcheggi.

“Con la proroga di queste agevolazioni introdotte nei mesi successivi al crollo del ponte Morandi – spiegano l’assessore alle politiche culturali, dell’istruzione e per i giovani Barbara Grosso, l’assessore a trasporti e rifiuti Matteo Campora e l’assessore al bilancio e vicesindaco Pietro Piciocchi – l’amministrazione vuole dare un’ulteriore testimonianza di solidarietà e vicinanza a chi è stato colpito, nei suoi affetti, dalla tragedia del 14 agosto. Queste persone sono oggetto di costante attenzione da parte nostra e continueremo a sostenerle con il maggiore supporto possibile, economico e psicologico”.

Più informazioni