Ieri pomeriggio

“Diritto mensa non garantito”: protesta degli studenti sotto la sede di Aliseo

Il presidio organizzato dal collettivo Come studio Genova. Nuovo appuntamento il 3 marzo

Genova. “Né vitto né alloggio: a noi nessun diritto, a voi tutto il profitto”. Protesta ieri pomeriggio del collettivo universitario Come studio Genova sotto la sede di Aliseo “per denunciare l’operato vergognoso da parte dell’ente, istituzione che dovrebbe garantire il diritto allo studio a tutti gli studenti e tutte le studentesse di ogni ordine e grado. Alla luce delle trattenute che Aliseo effettua sulle borse di studio universitarie – dicono gli studenti del collettivo in una nota – non garantisce un servizio mensa che sia accessibile a tutti. Nel mese di febbraio su 5 mense in città solo una è aperta. Il diritto allo studio dov’è? Vediamo solo del profitto”.

Gli studenti hanno manifestanto anche in solidarietà di Totta (Carlotta), studentessa fuorisede a Torino, posta sotto sfratto dopo essere stata licenziata a causa della pandemia. “La sua condizione è quella di tanti di noi, studenti lavoratori sempre precari oppure disoccupati, persone che per lo stato ‘non esistono’ – dicono – Studiare non è un diritto, l’università si rivela sempre più un servizio per pochi”.

Con queste rivendicazioni gli studenti annunciano un nuovo presidio sotto Aliseo mercoledì 3 marzo alle 16.30.

Più informazioni