Pietra miliare

Digitale, miliardi di dati da tutto il mondo passeranno attraverso Genova: ecco l’hub Equinix

Il colosso Usa investirà sulla città 21 milioni, i cavi entreranno alla Foce, il data center sarà in una ex fabbrica in Val Bisagno

Genova. Passerà sotto la Foce, percorrerà la Val Bisagno per finire in una “white room” ad altissimo livello di tecnologia e sicurezza realizzata in quella che al momento è un ex fabbrica di vetro industriale in Lungobisagno Istria. Si tratta del sistema di cavi 2Africa Italia, una rete attraverso la quale passeranno in maniera ultrarapida e al sicuro da intrusioni miliardi e miliardi di dati di aziende, cittadini, istituzioni, molti dei quali anche molto sensibili. Si tratta di uno dei business del futuro e Genova si sta muovendo per farne parte.

Sono già iniziate, infatti, le operazioni che porteranno a Genova il Gn1, un hub digitale attraverso cui passerà il sistema di cavi 2Africa. L’infrastruttura tecnologica sarà realizzata da Equinix, colosso americano nel campo del data center providing, quotata all’indice Nasdaq, insieme a Vodafone e altri partner internazionali. Il progetto è stato presentato questa mattina nel salone di rappresentanza del Comune di Genova alla presenza del sindaco Marco Bucci, del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e del direttore di Equinix per l’Italia Emmanuel Becker.

Oggi nell’Europa mediterranea è Marsiglia a farla da padrona in questo ambito ma Genova ha avviato la competizione. Il sistema Gn1 – 2Africa si aggiunge a un altro progetto di trasmissione attraverso cavi, Bluemed, portato avanti da altre aziende (Sparkle e Telecom) e che avrà come hub di passaggio l’edificio Telecom del Lagaccio.

“Genova è diventata la Superba perché la sua posizione strategica l’ha resa la porta commerciale tra l’Europa e il resto del mondo, oggi questa posizione è ancora strategica anche come porto digitale, la nostra città svolgerà un ruolo chiave e questo significa investimenti e posti di lavoro”.

Equinix ha annunciato, nell’ambito del progetto Gn1, che investirà sul capoluogo ligure 21 milioni di euro. “I lavori di realizzazione sono già iniziati ma entreranno nel vivo in estate, per vedere le ricadute positive servirà circa un anno – spiega Emmanuel Becker – Genova, la Liguria e l’Italia avranno connessioni più efficienti e sicure grazie a questo sistema”. Il manager ha spiegato che il sistema di cavi si estenderà per 37mila chilometri, una cifra di poco inferiore alla circonferenza del pianeta Terra.

“Quello che stiamo presentando oggi è una milestone, una pietra miliare per la nostra economia, oggi l’amministrazione si prende l’impegno di non deludere aziende abituate ad altissimi livelli di efficienza“ continua il sindaco Bucci.

“In questi tempi in cui siamo chiamati a parare i colpi della pandemia giorno per giorno, credo che sia quanto mai opportuno dedicare una mattina a pensare al futuro, a quando questo Paese ripartirà e dovrà farlo presto e bene – il commento del governatore ligure Giovanni Toti – questo progetto fa parte di un disegno strategico che Genova, la sua amministrazione comunale, quella regionale portano avanti da tempo: costruire una gamba del nostro sviluppo intorno alle infrastrutture tecnologiche e alla capacità di impresa legata all’innovazione”.

leggi anche
  • Connessi e annessi
    BlueMed, a Genova il mega cavo internet che ci collegherà alla Cina: “Arriverà alla Foce”