Quantcast
Stime

Coronavirus, l’immunità di gregge ad aprile 2024. Fondazione Hume: “Dato in peggioramento”

Per arrivare a settembre 2021, come previsto dal governo, ci vorrebbe una "velocità" quattro volte più alta

Genova. La sfida della sanità nazionale è quella di arrivare, attraverso la campagna vaccinale in corso, ad ottenere la sperata immunità di gregge, ma secondo le ultime stime, con questi ritmi, la si potrà raggiungere solamente tra tre anni, nell’aprile del 2024.

A fornire questa stima l’istituto di ricerca Hume, che ha messo a punto l’indice DQP (acronimo di: Di Questo Passo), che stima il numero di settimane che sarebbero ancora necessarie se – in futuro– le vaccinazioni dovessero procedere “di questo passo”. All’inizio della settima settimana del 2021 (lunedì mattina, 15 febbraio) il valore di DQP è pari a 165 settimane, il che corrisponde al raggiungimento dell’immunità di gregge non prima del mese di aprile del 2024.

Se si volesse arrivare al risultato dell’immunità nel settembre del 2021, come enunciato nelle scorse settimane dai vertici del comitato tecnico scientifico del governo, si dovrebbe procedere con un numero di vaccinazioni pari al quadruplo di quelle attuali, ovvero 2 milioni anziché le 500 mila previste.

Più informazioni