Disastro

Cimitero di Camogli, riprese le ricerche dei resti umani caduti in mare. Ma la falesia si muove ancora fotogallery

Nella notte nuovi piccoli smottamenti: i tecnici di protezione civile stanno valutando la stabilità di tutta la zona

Camogli. Sono riprese questa mattina le ricerche dei resti umani caduti in mare a seguito del crollo di una parte del cimitero di Camogli, di cui tre settori del colombario sono letteralmente finiti in mare a causa del cedimento della falesia sottostante. I sommozzatori dei vigili del fuoco sono tornati sul posto, dopo la sosta forzata notturna: sono circa duecento i feretri interessati dal crollo, conservati in bare o cassette da ossario. Ieri pomeriggio, nelle prime ore di intervento, sono state recuperate 10 casse che saranno conservate in una struttura dedicata predisposta dalla protezione civile, in attesa di una nuova sistemazione. Definitiva.

Nel frattempo i tecnici di protezione civile sono nuovamente sul posto per valutare la staticità della falesia: nella notte sono stati avvertiti nuovi movimenti vicino alla parte crollata, e non sono esclusi nuovi cedimenti della struttura cimiteriale, ovviamente chiusa e interdetta.

Ma preoccupare non è solo il camposanto, osservato speciale sono soprattutto la strada provinciale che porta al borgo e alcune case limitrofe, costruite sulla stessa grande falesia della zona, che in questi ultimi anni è stata particolarmente battuta dalle mareggiate: sono in corso verifiche sul Belvedere dei Pescatori – transennato e inaccessibile già da ieri visto che il terreno sottostante è stato interessato da alcuni movimenti franosi – e in tutta la zona adiacente per provare a dare un perimetro di sicurezza a tutta la zona. La strada rimane a senso di marcia alternato visto che la parte a mare è stata interdetta per sicurezza.

Il crollo avvenuto ieri, infatti, se da un lato aveva dato qualche segno premonitore, con piccoli movimenti pietrosi e crepe nelle strutture, di fatto è avvenuto di schianto, come ben evidenziato dal video registrato da alcuni operai della ditta impegnata al restauro delle strutture cimiteriali. Uno crollo dalle dimensioni inedite e forse non immaginabili.

leggi anche
Frana cimitero Camogli
Impressionante
Disastro a Camogli, crolla parte del cimitero: 200 bare finiscono in mare
Generica
Reazione
Cimitero di Camogli, Rifondazione Comunista: “Bisogna curare il territorio, Toti fa tutt’altro”
Frana cimitero Camogli
Il giorno dopo
Crollo cimitero di Camogli, la Procura apre un’inchiesta. Identificate solo cinque salme
Generica
Correnti
Recuperato un cadavere in mare a Vesima, potrebbe arrivare dal cimitero di Camogli
Crollo cimitero Camogli, le operazioni di recupero dei feretri
Emergenza nazionale
Cimitero di Camogli, recuperati 20 corpi. Iniziate le demolizioni: domani arriva l’esercito
tasca cimitero di camogli
La preghiera
Cimitero di Camogli, il vescono Tasca benedice le rovine: “Qui i cari persi per la seconda volta”
Camogli, dopo il crollo del cimitero il legno delle bare galleggia in mare
Tutto difficile
Crollo del cimitero di Camogli, i palombari dell’esercito recuperano solo una salma
Crollo cimitero Camogli, le operazioni di recupero dei feretri
Raccoglimento
‘Al cimitero di Camogli disperso in mare’, la poesia di un pronipote che ha perso la trisnonna
Camogli, dopo il crollo del cimitero le bare galleggiano in mare
Corsa contro il tempo
Cimitero di Camogli, sono 320 i corpi dispersi. Ma ora si temono le mareggiate in arrivo
cimitero camogli comsubin sommozzatori
No stop
Cimitero di Camogli, ritrovati 320 resti umani: terminati i recuperi in superficie