Quantcast
Il ricordo

Cerimonia in memoria dell’ex questore di Fiume Giovanni Palatucci

Morì il 10 febbraio 1944 nel campo di concentramento nazista di Dachau

Genova. Questa mattina, nel cortile del commissariato di San Fruttuoso, si è svolta la cerimonia in memoria dell’ex questore di Fiume Giovanni Palatucci, morto il 10 febbraio 1944 nel campo di concentramento nazista di Dachau, Medaglia d’oro al merito civile e riconosciuto “Giusto tra le Nazioni “per aver salvato dal genocidio migliaia di ebrei stranieri ed italiani.

Per onorare il suo sacrificio, in occasione della ricorrenza dell’anniversario della sua morte, la Questura di Genova ha predisposto la deposizione di una targa in sua memoria e la piantumazione di un albero di ulivo, simbolo di pace e di speranza, ponte ideale con la quercia che ricorda Palatucci nel Giardino dei Giusti di Israele.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Questore della Provincia di Genova Vincenzo Ciarambino, del Prefetto Carmen Perrotta, dell’Assessore comunale Giorgio Viale, del presidente della Comunità Ebraica Ariel Dello Strologo, del rabbino Giuseppe Momigliano, del presidente dell’Istituto Ligure per la Storia della Resistenza Giacomo Ronzitti, del dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Loris Azhar Perrotti e di una piccola rappresentanza dell’Istituto Scolastico Contubernio D’Albertis.

Emozionante la lettura di un brano prodotto dal poliziotto-scrittore V.Isp. Riccardo Gazzaniga, responsabile della biblioteca “Giovanni Palatucci” sita all’interno del VI Reparto Mobile, nel quale sono stati messi in luce l’eroismo e la generosità di un uomo, un poliziotto, che fino al giorno della sua deportazione a Dachau ha pensato agli altri prima che a se stesso.

Più informazioni