Quantcast
Assunti

Carige, prosegue la rivoluzione “lean” ma entrano in banca 14 nuovi giovani dipendenti

La compagine dei neoassunti, tutti laureati in economia o materie giuridiche, vede una netta prevalenza femminile

Genova. Nuove iniezioni in organico in Carige. “In un momento non facile per l’occupazione, in particolare quella giovanile, da Banca Carige arriva un segnale di fiducia con l’assunzione a tempo indeterminato di 14 giovani che da oggi iniziano in proprio percorso lavorativo nella banca ligure”, si legge in una nota dell’istituto di credito.

I 14 giovani hanno superato un impegnativo processo di selezione curato dalla struttura risorse umane di Banca Carige che li ha visti impegnati in dinamiche di gruppo, interviste tecniche e colloqui individuali. La compagine dei neoassunti vede una netta prevalenza femminile (10 donne e 4 uomini), tutti sono laureati ed hanno svolto i propri studi universitari in ambito socio-economico o giuridico.

La maggior parte di queste nuove risorse inizierà la propria attività professionale presso la rete commerciale delle filiali su cui Banca Carige punta molto per il proprio rilancio e che è stata recentemente oggetto di una riorganizzazione che ne ha potenziato le leve di servizio alla Clientela e al territorio.

Un aspetto ribadito anche nel saluto di benvenuto dell’amministratore delegato Francesco Guido: “Banca Carige si impegnerà ogni giorno per realizzare il sogno di essere il motore di crescita del proprio territorio, senza retorica ma con sana e silenziosa concretezza. Questo momento rappresenta un atto di nascita e di speranza per un futuro che sarà migliore soltanto se ciascuno di noi, ognuno per la sua parte, inclusi questi nuovi colleghi, lo avrà voluto veramente”.

Il piano strategico 2019 2023 di Carige, lanciato dai tre commissari straordinari, prevede una rivoluzione “lean” con il ridimensionamento di oltre 100 sportelli e circa 1.050 dipendenti tra esodi volontari e pensionamenti.

Più informazioni