Quantcast
Indagini

Quarto Alta, escursionista trova un cadavere nei boschi: era lì da almeno tre mesi

La polizia ha avviato indagini per risalire all'identità e alle cause del decesso. Tre mesi fa caso simile sul monte Moro

Genova. Appartiene a un uomo di cui non è stato ancora possibile risalire né all’identità né all’età probabile il corpo senza vita trovato nel pomeriggio di oggi nei boschi alle spalle di Quarto Alta, nel levante genovese.

Ad accorgersi del cadavere, in avanzato stato di decomposizione, è stato un cittadino che stava facendo una passeggiata nella natura all’altezza di via Dei Ciclamini. Il corpo era nascosto in un rudere. L’escursionista ha immediatamente avvertito le forze dell’ordine.

Sul posto la polizia con due volanti, la mortuaria e la scientifica, oltre al magistrato della procura. Secondo una prima analisi da parte degli agenti la persona, probabilmente un senza fissa dimora, sarebbe morta almeno tre mesi fa.

La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il pm di turno Andrea Ranalli potrebbe disporre l’autopsia per capire se l’uomo sia stato vittima di un’aggressione ma l’ipotesi più seguita al momento è quella del malore.

A novembre, non poco lontano, sul monte Moro, sempre un escursionista aveva trovato, in una cabina elettrica dismessa, il corpo senza vita di uno sconosciuto poi risultato essere un clochard che viveva in quel riparo.

(foto Ercole Carla)

Più informazioni
leggi anche
  • Ritrovamento
    Monte Moro, escursionista trova cadavere di un uomo in stato di decomposizione: indaga la polizia