Quantcast
Non furbissimo

Arrestato per furto incide “sbirri” sul muro del tribunale: condannato a 4 mesi

Oltre alla condanna per il furto, a distanza di qualche mese gli è arrivata anche quella per danneggiamento

Genova. Era stato arrestato dalla polizia per un furto in flagranza all’interno di un supermercato del centro e quando la mattina è stato portato al processo per direttissima era abbastanza arrabbiato.

Così, in attesa che venisse chiamata la sua udienza, l’uomo, un italiano di 43 anni, ha preso le chiavi che aveva in tasca e ha inciso la parola ‘sbirri’ su un muro dell’aula accanto a quella di udienza.

Il risultato è stata la doppia condanna: per il furto ma anche per il danneggiamento del muro. Per questo reato la condanna in abbreviato è stata di 4 mesi di reclusione.