Quantcast
Rifiuti

Amiu, i sindacati: “Ritardi clamorosi, la raccolta differenziata non aumenterà prima del 2022”

La denuncia: "Il bando per l'acquisto dei mezzi non è stato ancora pubblicato, aggravio notevole per i costi dell'azienda"

Genova. “Nonostante i diversi incontri avvenuti con l’amministrazione comunale di Genova e la dirigenza di Amiu e riguardo alle tante problematiche in essere e le dichiarazioni annunciate per risolverle, nulla si muove. Il nuovo contratto di servizio e gli impegni presi con i cittadini per un incremento sensibile della raccolta differenziata rimangono una chimera”. Lo scrivono in una nota i sindacati Fp Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel.

“Il ritardo clamoroso della pubblicazione del bando di gara per l’acquisto dei mezzi per la raccolta ‘bilaterale’ e il conseguente ritardo del progetto che incrementa la percentuale di raccolta differenziata, sposterà al 2022 l’invio del nuovo servizio con un aggravio notevole dei costi aziendale”, proseguono i sindacati.

“La cronica mancanza di un direttore dei servizi provoca confusione nell’organizzazione del servizio che ne risente negativamente e innesca nei lavoratori la preoccupazione per il futuro. I problemi non si risolvono esternalizzando i servizi, trascurando le ottime capacità delle risorse interne”.

“Siamo assolutamente consapevoli che la pandemia in atto complica ulteriormente l’espansione della nostra azienda ma non intendiamo restare inermi ed essere ritenuti responsabili di questa situazione”, concludono Fp Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel

Più informazioni
leggi anche
  • Cambio al vertice
    Amiu Genova, nominato il nuovo direttore generale: è Davide Grossi
  • Con badge
    Centro storico, presentati i due nuovi ecopunti di Amiu ad accesso controllato
  • Intervento
    Lista Crivello sull’aumento della Tari e sulla gestione Amiu: “Non chiuderà il ciclo”
  • Opposizione
    Amiu e gestione rifiuti, M5s: “Politica fallimentare, costi altissimi e risultati imbarazzanti”
  • Prospettiva
    Amiu, piano industriale da 90 milioni: obbiettivo differenziata al 40% a Genova fine 2021