Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Università della Terza Età, al via i corsi 2020/2021 solo online

L’offerta culturale prevede sconti e agevolazioni per le attività dei Musei e dei Teatri cittadini non appena saranno possibili

Genova. Un evento live su Youtube, rilanciato dai social dell’Ateneo inaugurerà lunedì 18 gennaio a partire dalle ore 16 l’Anno Accademico 2020/2021 di UniTE, l’Università della Terza Età, l’offerta formativa aperta ai cittadini over 45 quest’anno in modalità a distanza.

Reduce dal successo ottenuto dalla serie di video dedicati alle chiese dei Rolli realizzate dal Comune di Genova in collaborazione con UniGe, l’esperto di storia dell’arte moderna Giacomo Montanari si concentrerà sulla stratificazione della città di Genova nello spazio e nel tempo nel quartiere dove sorge il nucleo storico delle sedi dell’Università conversando con il diverso punto di vista dell’archeologo professore Fabrizio Benente, nuovo prorettore. L’incontro dal titolo “Da periferia a centro: il Borgo di Prè dall’Età Romana ai palazzi dei Magnifici” sarà arricchito in diretta da materiali multimediali e immagini.

Accoglierà i partecipanti il saluto del presidente di UniTe prof. Francesco Surdich.

Come tutta la didattica UniGe, anche le lezioni proposte nei corsi offerti alla città quest’anno si sono dovuti trasferire online a causa dell’emergenza Covid-19; a differenza degli altri anni però è possibile iscriversi tutto l’anno, dato che si può usufruire delle registrazioni delle lezioni passate; la modalità a distanza permette inoltre l’accesso alle lezioni di tutte le aree, mentre gli scorsi anni la capienza delle aule rendeva necessaria la scelta di un’ unica materia da seguire.

Questi vantaggi dell’online compensano in parte l’assenza di socialità delle lezioni in presenza e sono ben apprezzati dagli 870 iscritti (di cui 159 nuove iscrizioni) che hanno deciso di superare le difficoltà del doversi aggiornare tecnologicamente.
Se da un lato si interrompe la crescita esponenziale degli ultimi quattro anni (arrivata ai 1643 iscritti dello scorso anno) ritornando ai valori dell’a.a. 2016/2017 rimane per UniTe il grande risultato di avere attirato centinaia di cittadini over 45 con un’età media piuttosto elevata, 68 anni e in linea con quella dello scorso anno (69 anni) nonostante la situazione estremamente sfavorevole. Tra gli iscritti i maschi sono 292 mentre le femmine sono 598.  L’iscritto più anziano ha 94 anni, ben 5 sono gli ultranovantenni e 77 gli ultraottantenni; nella fascia 40-60 troviamo 57 persone.

Possiamo quindi affermare che Unite – Università della Terza Età dell’Università di Genova non si è fermata per il Covid.

Lo sforzo per permettere una fruizione delle lezioni piena e soddisfacente per tutti gli iscritti è stato enorme, non solo organizzativamente, ma anche dal punto di vista del servizio all’utente.

Coloro che si sono avventurati in questa nuova edizione di UniTE online sono stati accompagnati da giovani studenti tutor nei diversi passi dell’esperienza online, dall’iscrizione al download degli strumenti di videoconferenza, dalla partecipazione ai corsi in diretta (tutti poi anche fruibili in versione registrata) fino all’accesso alla nuova biblioteca digitale che mette a disposizione un immenso catalogo di libri e giornali. Si è trattato di un vero e proprio corso accelerato intergenerazionale di aggiornamento che ha premiato i più curiosi di sperimentare modalità diverse di formazione, permettendo loro di aggiungere competenze poi utilizzabili anche altrove e colmando di fatto un po’ di quel “digital divide” che normalmente allontana le generazioni più anziane da una partecipazione completa alla vita della nostra epoca.

L’offerta formativa per l’Anno Accademico 2020/2021 è incrementata rispetto alle scorse edizioni e prevede per ciascun iscritto la possibilità di seguire tutti i corsi:

·       6 corsi di Area con cicli di conferenze due volte la settimana nelle materie Architettura, Ingegneria, Medicina e Farmacia, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Sociale (Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche), Umanistica (Lettere, Storia e Filosofia, Scienze della Formazione, Lingue, Letterature e culture moderne) per un totale di 600 ore e il coinvolgimento di circa 250 tra docenti, ricercatori ed esperti.

·       3 corsi integrativi Cultura musicale (in collaborazione con il Conservatorio Paganini), Storia dell’Arte, Lingua e letteratura latina, 4 docenti per 300 ore.

Sono inoltre offerti, con un piccolo costo aggiuntivo, 13 corsi di lingua a livello base, intermedio e avanzato e, novità di quest’anno, due corsi di informatica. I docenti coinvolti per i corsi extra sono 11 per un totale di 600 ore

L’offerta culturale prevede sconti e agevolazioni per le attività dei Musei e dei Teatri cittadini non appena saranno possibili.

Il successo dei corsi proposti da Unite è dovuto all’alta qualità dell’offerta formativa garantita dai professori dell’Ateneo che offrono la loro collaborazione a titolo volontario e da selezionatissimi giovani formatori che trovano in Unite un’occasione di crescita professionale che, in questo caso, viene invece retribuita.

Le quote di iscrizione si mantengono negli anni estremamente competitive: 50 euro il costo per la prima iscrizione, 30 euro per gli anni successivi, 70 euro per i corsi  extra di lingua o di informatica.