Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Truffavano gli anziani con il raggiro del rilevatore del gas: un arresto del commissariato Pré

Per il complice, che gli aveva fornito pos e utenza del telefono in cambio di denaro, il giudice ha disposto l'obbligo di dimora

Più informazioni su

Genova. Al termine di alcuni mesi di indagine il commissariato di Pré ha arrestato su ordinanza di custodia cautelare un 32enne albanese per truffa pluriaggravata in concorso con un 20enne italiano che è stato sottoposto all’obbligo di dimora.

I due, entrambi residenti nel bresciano, nel periodo compreso tra giugno e agosto del 2020 avrebbero commesso diverse truffe a danno di persone anziane in diverse città fra cui molte a Genova con uno dei raggiri più classici: quello dei rilevatori del gas fatti pagare alle vittime centinaia di euro quando il valore di mercato è intorno ai 20.

Approfittando delle difficoltà visive delle vittime, il truffatore digitava sul pos una cifra molto più alta rispetto al prezzo pattuito (es. 399 al posto di 39). In due occasioni, il 32enne aveva anche reagito con ira e minacce nei confronti delle badanti delle vittime che avevano scoperto il raggiro.

Grazie a un’impronta lasciata dal 32enne su un contatore e a diversi accertamenti tecnici i poliziotti hanno scoperto l’identità del malvivente il cui complice gli aveva fornito il pos e un utenza cellulare in cambio di denaro.