Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, Befana con grande vittoria: Candreva e Balde per il 2-1 sull’Inter risultati fotogallery

Primo tempo scoppiettante, con var protagonista. L'Inter ha sbagliato un calcio di rigore

Genova. Tre punti pesantissimi quelli conquistati dalla Sampdoria sull’Inter. Una vittoria per 2-1 che interrompe il ruolino di marcia scudetto della squadra di Antonio Conte (8 i successi consecutivi) e una partita incredibile, piena di emozioni, soprattutto nel primo tempo. Candreva su rigore e Balde gli eroi di giornata. Blucerchiati bravi anche a chiudersi e fortunati in alcune occasioni. L’Inter, nel primo tempo, ha anche sbagliato un calcio di rigore.

Primo tempo. Quagliarella in panchina. Silva, Candreva e Balde dal primo minuto. Damsgaard agisce alle spalle

L’Inter senza Lukaku, non al meglio,si affida a Lautaro-Sanchez, coppia offensiva nel 3-5-2.

La pioggia incessante delle ultime settimane non ha aiutato, la grandinata di questa mattina ha dato il colpo di grazia al prato del Ferraris, che soprattutto sulla fascia lato Sud è particolarmente danneggiato.

Nei primi venti minuti di gioco succede di tutto con tre interventi del var. Si comincia con una grande occasione all’8′ per l’Inter: Sanchez vede Young al centro dell’area, destro angolato che Audero mette in angolo. Sugli sviluppi il tiro di Skriniar non termina troppo distante dalla traversa. Il gioco viene fermato da Valeri, richiamato dai colleghi al var, che hanno rilevato un tocco di mano di Thorsby. Calcio di rigore per l’Inter. Sul dischetto si presenta Sanchez, Audero lo ipnotizza e respinge un tiro piuttosto centrale. Il primo ad arrivare sul pallone è Young che spedisce il tiro sulla traversa.

La Sampdoria prende coraggio e colpisce la traversa con Tonelli, che svetta di testa raccogliendo un calcio piazzato di Candreva. I blucerchiati crescono e al 16′ conquistano un calcio piazzato dal limite dell’area modificato col var: inizialmente Valeri aveva dato calcio di rigore, ma Lautaro (ammonito), che aveva colpito con la mano la conclusione di Jankto, era fuori dall’area.

Il var invece aiuta l’arbitro nel vedere il tocco di mano di Barella (ammonito) sul colpo di testa di Tonelli. Stavolta è rigore. Sul dischetto l‘ex Candreva non sbaglia (23′).

L’Inter accusa il colpo e la Sampdoria gioca sul velluto, arrivando al raddoppio al 38′: Damsgaard supera Bastoni e altri due avversari in velocità, assist perfetto per Balde che di destro fa secco Handanovic.

L’Inter è nervosa e Barella rischia l’espulsione per proteste, tanto che Oriali dalla panchina, va a toglierlo dagli occhi di Valeri e si prende lui un giallo. Nei tre minuti di recupero l’Inter non sfrutta ben due palle gol: prima Sanchez si fa respingere il tiro da un super Audero, il portiere è invece fortunato sul colpo di testa di Lautaro, che termina fuori di un soffio.

Secondo tempo. Nella ripresa dentro Perisic per Young. I piccioni, che avevano invaso il campo nel primo tempo, spariscono con l’arrivo di un forte acquazzone. L’Inter si getta in avanti con furia e sfiora la rete con Lautaro Martinez: colpo di testa no look beffando Colley, palla fuori di pochissimo sopra la traversa (47′).

Sampdoria che ora riesce a colpire solo in ripartenza e per poco non segna il terzo gol al 54′ con un contropiede perfetto condotto da Damsgaard, appoggio per Candreva che preferisce servire in orizzontale Jankto: sinistro e grande parata di Handanovic.

Conte tenta il tutto per tutto: al 63′ fuori Gagliardini, dentro Lukaku e tridente. Il gigante belga diventa subito punto di riferimento anche facendo sponda. Dopo due minuti i neroazzurri accorciano le distanze: corner di Brozovic, colpo di testa di De Vrij che sovrasta Colley (65′).

Girandola di cambi: nella Samp esce Tonelli, dentro Bereszynski con Yoshida che va a fare il centrale (68′), Conte dà spazio a Eriksen (70′), mentre nella Sampdoria dentro Leris e Askildsen (74′). I blucerchiati soffrono ma resistono prima sul colpo di testa di Perisic deviato di Leris in angolo (78′), poi sulla conclusione potente di Lautaro con Audero che copre il primo palo e respinge e ancora sul colpo di testa di Perisic sempre da corner, di poco alto.

Finale teso, ma l’Inter non crea altre occasioni pericolose. Sampdoria che balza a 20 punti.

Sampdoria-Inter 2-1

Reti: 23′ Candreva (R); 38′ Balde; 65′ De Vrij

Sampdoria: Audero, Yoshida, Colley, Tonelli (68′ Bereszynski), Augello, Candreva, Thorsby, Silva (74′ Askildsen), Jankto (74′ Leris), Damsgaard, Balde (92′ La Gumina).

A disposizione: Ravaglia, Letica, Avogadri, Rocha, Verre, Ramirez, Regini, Quagliarella.

Allenatore: Ranieri

Inter: Handanovic, Skriniar (81′ D’Ambrosio), De Vrij, Bastoni, Hakimi, Barella (81′ Vidal), Brozovic, Gagliardini (63′ Lukaku), Young (46′ Perisic), Lautaro, Sanchez (70′ Eriksen).

A disposizione: Padelli, Radu, Kolarov, Sensi, Ranocchia, Darmian.

Allenatore: Conte

Arbitro: Valeri di Roma 2

Ammoniti: Thorsby, Balde (S); Lautaro, Barella, De Vrij, Oriali dalla panchina (I)