Fir

Rugby: inizio dei campionati posticipato a domenica 11 aprile

Le attività di allenamento con contatto saranno permesse dall'8 marzo

Genova. Il Consiglio federale della Fir, riunitosi in videoconferenza mercoledì 27 gennaio, rilevato su raccomandazione della Commissione Medica Federale come l’evoluzione della pandemia non garantisca le condizioni necessarie alla ripresa in sicurezza dell’attività agonistica di preminente interesse nazionale, ha deliberato all’unanimità di posticipare l’inizio di detta attività da domenica 7 marzo a domenica 11 aprile 2021.

Contestualmente è posticipato dall’1 febbraio all’8 marzo l’avvio dell’attività di allenamento con contatto per tutte le categorie inserite dal Coni tra quelle d’interesse nazionale.

Le società possono proseguire gli allenamenti, nel rispetto di quanto previsto dai vigenti protocolli Fir, nella sola forma individuale e senza contatto. Le date di svolgimento delle competizioni d’interesse nazionale, alla luce del nuovo spostamento, osserveranno quanto previsto dalla pianificazione, con termine ultimo il 25 luglio 2021.

Le formule delle competizioni saranno rese note in vista della ripresa dell’attività di allenamento con contatto.

Il Consiglio ribadisce il massimo impegno a garantire la continuità e sostenibilità del movimento rugbistico italiano ed ha conseguentemente convenuto d’identificare, qualora l’evoluzione della pandemia dovesse impedire la regolare disputa dei campionati 2020/2021 come programmati, attività agonistiche da svolgersi a livello locale e con il supporto organizzativo dei comitati regionali.

L’attività di interesse nazionale autorizzata dal protocollo riguarda Peroni Top10, Serie A maschile e Serie A femminile, Serie B, Serie C Girone 1, Under 18 maschile, Under 16 maschile.

leggi anche
  • Verso la ripresa
    Rugby, si riparte il 7 marzo: definite le nuove formule dei campionati