Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Riforma municipi, le assocazioni del medio ponente: “Bucci ci ripensi e coinvolga i territori”

"Nella crisi del rapporto tra cittadini e istituzioni centrali la centralità dei municipi è il primo presidio per la partecipazione democratica tra cittadini e associazioni"

Più informazioni su

Genova. Preoccupazione da parte delle realtà associative del medio ponente rispetto alla riforma dei municipi prevista dalla delibera della giunta Bucci.

In una nota la Rete di Associazioni Municipio VI Medio Ponente si dice “contrariata dalla volontà di questa amministrazione comunale di voler svuotare di contenuti le amministrazioni municipali attraverso una “riforma” che priva queste amministrazioni di risorse e di competenze”.

“Questa scelta del Sindaco Bucci di fatto entra in contrasto con i presupposti dell’art. 5 della nostra Costituzione – si legge nella lettera aperta delle associazioni – che riconosce e promuove le autonomie locali con l’attuazione del più ampio decentramento amministrativo”.

“Vogliamo ribadire senza retorica come in un contesto difficile come l’attuale, le associazioni che operano a diverso titolo sul territorio, sono riuscite ad alleviare gli effetti della pandemia e dei lockdown in accordo e sinergia proprio con le amministrazioni dei municipi ribadendo come questi interventi sono possibili in virtù di mettere a sistema la capacità amministrativa dei municipi, con il radicamento e la capacità di intervento delle associazioni stesse” scrivono.

“Nella crisi del rapporto tra cittadini e istituzioni centrali la centralità dei municipi è il primo presidio per la partecipazione democratica tra cittadini e associazioni – ricordano – Questo lo si può vedere negli ambiti di disagio economico e sociale, oltre che in quello di promozione culturale, e il nostro rapporto naturale come associazioni è con i municipi”.

Le associioni confidano “in un ripensamento che punti ad una maggiore partecipazione e coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni del territorio”.

Ecco i primi firmatari: A.N.P.I. Sestri Ponente – Comunità di San Benedetto al Porto – SPI CGIL – Amici del Chiaravagna – CAI ULE Sestri P. – ARCI Merlino – A.N.P.I. Cornigliano – SoleLuna onlus – ACLI Cornigliano – Consorzio Nuova Cornigliano – Polisportiva Cornigliano 79- ARCI Amici 72 – Celano box – Progetto Coronata – Viviamo Cornigliano – ARCI Uguaglianza – Gruppo sportivo dilettantistico Cornigliano – Circolo Acli S.M.della Costa – asd Monte Gazzo Outdoor – Ass. Peri Coronata – ARCI Rizzolio – Società ciclistica Sestri Ponente – Associazione dei Lucani a Genova – ASD GSO Corniglianese calcio –