Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rientro a scuola: linea preferenziale per i tamponi e trasporto pubblico rafforzato

Domani mattina i primi rientri in classe per i ragazzi delle superiori

Provincia. Prima il 7, poi l’11 e il 18 gennaio, fino alla promessa davanti al Tar da parte delle Regione: le scuole superiori riapriranno domani, lunedì 25 gennaio, con il 50% delle presenze. Un sospiro di sollievo per gli oltre 33mila studenti genovesi che settimana dopo settimana vedevano svanire la loro illusione di tornare sui banchi, dopo mesi di didattica a distanza.

A dicembre è iniziata la programmazione con un protocollo nazionale, proposto dal premier Conte, che fungesse da guida per la riapertura con lo scopo di evitare gli assembramenti e le criticità verificatesi ad inizio anno scolastico. Il documento, siglato il 23 dicembre,  prevedeva tra le novità dei tavoli di coordinamento in Prefettura per l’organizzazione dei trasporti, il potenziamento dello screening della popolazione studentesca e i controlli al di fuori degli istituti.

Corsia preferenziale nelle Asl per i tamponi richiesti dalle scuole e immediata somministrazione di test rapidi ai contatti stretti delle persona contagiata. L’aveva chiesto a gran voce la ministra Azzolina e lo prevede l’accordo firmato da Governo, Regioni, Province e Comuni.

Dopo un lungo lavoro di pianificazione, analisi e studi dettagliati, Amt e Comune di Genova sono pronti per la riapertura delle scuole superiori. A Genova saranno in servizio 32 autobus turistici messi a disposizione da due aziende, GenovaRent e Della Penna, che percorreranno 12 linee dedicate agli studenti sui percorsi più frequentati. Due le fasce orarie: la prima, dalle 7 alle 10, per l’entrata a scuola, e la seconda più ampia, dalle 12 alle 16.30, per l’uscita. “Avranno la scritta scuolabus e saranno totalmente separati dalle altre linee di trasporto pubblico”, ha assicurato il sindaco Bucci. Per salire sarà sufficiente un titolo di viaggio Amt e al momento non dovrebbero esserci altre misure per impedire l’accesso ad altri utenti.

Insieme a questi servizi supplementari Amt incrementerà il servizio negli orari di punta. A garantire un flusso più ordinato al mattino dovrebbe essere lo scaglionamento delle entrate che ogni scuola dovrà adottare: primo ingresso tra le 7.45 e le 8.00, il secondo (con la maggior parte degli studenti) tra le 9.30 e le 9.45.

Di seguito la tabella che riporta tutte le linee. Maggiori informazioni si possono trovare su questa sezione del sito di Amt (che dal 1° gennaio gestisce anche il trasporto extraurbano in provincia di Genova). Altri 36 bus supplementari, infatti, saranno usati per potenziare le corse dalle vallate dell’entroterra e dalle riviere.

Un’altra delle criticità è rappresentata dagli assembramenti fuori da scuola. Per cercare di ovviare al problema, non solo gli ingressi scaglionati, ma anche controlli da parte delle forze dell’ordine e dei volontari della protezione civile.