Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pubblicato il nuovo decreto: gialli il 7 e 8 gennaio, week end arancione, vietato spostarsi tra Regioni

La novità: nelle zone rosse visite a parenti e amici sono nel proprio Comune

Genova. E’ stato firmato ieri sera dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella il nuovo decreto che impone ulteriori restrizioni nel periodo dal 7 al 15 gennaio.

Il decreto, che entra in vigore, oggi prevede:

– da domani 7 gennaio al 15 gennaio resta il divieto di spostamento tra le Regioni e le province autonome, “salvi gli spostamenti motivati
da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessita’ ovvero
per motivi di salute”. E’ comunque consentito “il rientro alla propria
residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti
verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma”.

– domani 7 gennaio e venerdì 8 gennaio saranno giorni gialli su tutto i territorio nazionale. Bar e ristoranti quindi saranno aperti fino alle 18 e cisarà liberà di spostamento su tutto il territorio regionale

– il nuovo stop arriverà nel fine settimana: nei giorni arancioni non è possibile uscire dal proprio comune se non per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità e anche per far visita a parenti e amici una sola volta al giorno anche fuori Comune.

– Nel frattempo il nuovo monitoraggio dell’Iss venerdì definirà il colore delle regioni a partire da lunedì, con un nuovo peso dell’Rt: se sopra l’1 il colore sarà arancione, se sopra l’1,25 sarà rosso.

Da lunedì 11 quindi ogni regione avrà di nuovo il proprio colore e le regole connesse che abbiamo imparato a conoscere con una novità: in base al nuovo decreto nelle regioni rosse, oltre a potersi muovere con autocertificazione per comprovati motivi di lavoro, necessità o salute, sarà possibile sempre con autocertificazione andare a far visita una sola volta al giorno e massimo in due a parenti e amici ma solo nell’ambito del proprio comune di residenza.

– Infine le scuole: domani le superiori riaprpno in Dad. Per il ritorno in classe al 50% il ministero ha fissato la data dell’11 gennaio. A differenza di molte altre Regioni che hanno deciso di anticipare ma soprattutto di rinviare il rientro in classe, in Liguria al momento non è stata emanata nessuna ordinanza.