Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovi parcheggi sotterranei a Principe, Portello e Sestri, Viziano: “Sistemiamo la piazza della stazione”

Una permuta porterà la società di costruzione a ottenere alcuni spazi pubblici in cambio di locali da destinare alla polizia locale

Genova. Oltre 130 parcheggi (su due piani) nel sottosuolo di piazza Acquaverde, davanti alla stazione Principe, altri 30 sotto piazza Portello, qualche altra decina in quello che era l’ex mercato detto del Cortellazzo, a Sestri Ponente. In una città in cronica sete di spazi la società Progetti e costruzioni, della famiglia Viziano, è pronta a realizzare tre nuovi parcheggi sotterranei. Tutto grazie a uno scambio con il Comune di Genova che, per le parti in causa, è considerato un win win.

Se n’è parlato questa mattina durante una commissione consiliare a Tursi chiamata a discutere la delibera di giunta che prevede la permuta di alcuni immobili di civica proprietà in cambio di alcuni locali di Viziano che saranno destinati a spogliatoi per il comando della polizia locale i cui uffici saranno raggruppati in un’ottica di ottimizzazione al Matitone. La delibera, che dovrà essere votata dal consiglio comunale, è stata presentata dall’assessore al Patrimonio Stefano Garassino.

I locali spogliatoio saranno ricavati in due immobili, in via Cantore 1 e via Milano 41, quindi molto vicini al grattacielo sede del Comune. Saranno consegnati all’amministrazione già pronti, con impianti e ristrutturazioni effettuati, per essere utilizzati.

Ai privati andranno, in cambio, i circa 1000 metri quadri dell’ex mercato comunale di via Fabio da Persico a Sestri Ponente (il Cortellazzo), i locali del sottopassaggio di piazza Portello, e altri adiacenti e poi un secondo lotto del sottosuolo di Principe, che già in parte era stato assegnato alla società Progetti e costruzione nel 2014. Stiamo parlando dell’area che un tempo era occupata dall’albergo Diurno, “La casa del viaggiatore”, chiuso più di 40 anni fa e abbandonato al degrado.

Per tutti questi spazi il Comune aveva lanciato dei bandi di gara per raccogliere manifestazioni di interesse ma o erano andati deserti oppure avevano avuto come unica risposta quella del gruppo Viziano.

“Questa è una seconda permuta dopo quella del 2014 – spiega l’imprenditore – ed è un passaggio di tipo molto pratico per consentire a noi di lavorare e al contempo risolvere problemi della città sfruttando spazi che non sarebbero stati utilizzati altrimenti. L’obbiettivo è valorizzare questi spazi in base a una delibera comunale sul tema dei “parcheggi fai da te” di qualche anno fa”.

In piazza Acquaverde, nei locali sotterranei dell’ex hotel Diurno, l’ampliamento consisterà nel realizzare un parcheggio su due piani che allocherà circa 134 autoveicoli. “La realizzazione del parcheggio potrebbe essere finalmente l’occasione per sistemare e riordinare la piazza davanti alla stazione – dice Davide Viziano – tra auto in sosta momentanea, autobus, taxi e immobili non ha il decoro che meriterebbe, sicuramente si potrebbe rendere più pulita magari destinando parte dei parcheggi alla sosta breve per chi accompagna o viene a prendere chi prende o scende da un treno”.

Viziano, rispondendo a una domanda del consigliere Claudio Villa (Pd) ha però escluso, come qualcuno aveva ipotizzato in passato, che l’ex hotel sotterraneo possa essere recuperato a scopo turistico o museale. “Inviterei chiunque a farci un giro e a uscirne senza essere contaminato, tra rifiuti, ratti e degrado di ogni genere, non c’è quasi nulla di recuperabile se non una antica barberia che vorremmo ripristinare a memoria del passato – sottolinea il costruttore – per il resto è tutto distrutto, se si fosse voluto fare qualcosa con quegli spazi bisognava farlo 40 anni fa”.

L’operazione relativa a Portello si basa invece su alcuni ex locali commerciali nel sottopassaggio. Il Comune aveva fatto a suo tempo un bando per realizzare lì un centro di ricarica per bici e scooter elettrici, bando che non aveva avuto molto successo ed era andato deserto. “Noi abbiamo pensato di utilizzare su un piano solo gli spazi del sottopasso e parte della galleria, con due rampe studiate insieme all’ufficio traffico per non avere interferenze con gli incroci, per 29 posti” spiega Viziano. L’idea è quella di portare avanti i lavori in periodo estivo per non intralciare la viabilità.

Meno complesso l’intervento sul Cortellazzo. L’ex mercato, vuoto da quando gli operatori sono stati trasferiti in quello del ferro, ha un’ampiezza di 900 metri quadri. E’ in posizione strategica a Sestri Ponente: ad est di via Persico (meno di 100 metri) si apre piazza Oriani che ospita il teatro Verdi e un parcheggio interrato privato ad uso pubblico oltre a un commissariato di polizia. Sempre su via Persico, a ovest rispetto al mercato si trova una sede della polizia municipale. Il contesto è residenziale di taglio medio, il tasso di occupazione dei piani terra commerciali piuttosto elevato.