Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuoto per salvamento: la Sportiva Sturla conquista dieci titoli regionali

En plein sfiorato nelle dodici gare in programma

Genova. La Federazione Italiana Nuoto Sezione Salvamento, per favorire il proseguimento dell’attività agonistica in questo periodo di emergenza sanitaria, ha promosso, dove possibile, lo svolgimento del campionato nazionale assoluto su base regionale, con termine ultimo per lo svolgimento fissato nel 24 gennaio 2021.

A conclusione delle gare organizzate dai singoli comitati regionali sarà stilata una classifica nazionale e verranno assegnati i titoli italiani.

La Sportiva Sturla, nella giornata di domenica 17 gennaio, si è distinta come da pronostico, migliorando le proprie prestazioni individuali dai più giovani ai più esperti e dimostrando ancora una volta di essere in grado affrontare le difficoltà in maniera propositiva e costruttiva. Su dodici titoli regionali assoluti in palio ne ha conquistati ben dieci.

Si laureano campioni e campionesse regionali assoluti: Carlotta Tortello, Lorenzo Omero, Enrico Guidi, Anna Taddei, rientrata dopo un’esperienza lavorativa all’estero, Giorgio Santucci ed Emilio Mazza, new entry di altissimo livello tecnico.

Centrano il podio, non certo con meno valore, Noah Erba, Giulia Cammisotto, Cecilia Gasperini, Elena De Kermarek e Gabriele Giaconia, atleta di grandissimo valore tecnico ed esperienza, da questa stagione in prestito alla Sportiva Sturla.

Buone prestazioni da parte dei più giovani e pass staccati per i campionati italiani di categoria per Chiara Omero, Francesca Triani, Michela Cammisotto, Alessandra Luccoli, Alessia Lentini, Andrea Rossi e Christian Conti.

Esordi meritevoli e buoni piazzamenti anche per Camilla Erroi, Emma Riciputi, Marta Pichetto, Mariagiulia Torre, Gaia Poggi, Viviana Di Giorgio, Matteo D’Antona e Tommasi Pellegri.

Menzione speciale per il rientro in vasca, dopo un lungo infortunio, di Kevin Angeli, anche se c’è il rammarico per le assenze di protagonisti preziosi tra le fila biancoverdi.