Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nubifragio su Genova, diversi allagamenti: il Bisagno supera il primo livello di guardia alla Presa fotogallery

Anche Entella e Levante si sono ingrossati. In città disagi a Fegino, Sampierdarena e Certosa-Brin

Più informazioni su

Genova. Un muro d’acqua è caduto su diversi quartieri della città nel tardo pomeriggio di oggi, giornata di allerta meteo gialla, provocando allagamenti e conseguenti disagi per la viabilità ordinaria e autostradale.

Generica

In poche ore il torrente Bisagno si è ingrossato in maniera notevole superando il primo livello di guardia all’altezza dell’idrometro de La Presa, ma poi rientrando al di sotto. Mai superato, invece, all’altezza di ponte Firpo anche se le immagini della quantità d’acqua fangosa sono piuttosto impressionanti. A Ponte Carrega un’auto è stata travolta dal crollo di un albero.

Allagamenti in diversi punti critici, i sottopassaggi di piazza Montano a Sampierdarena e di Brin a Certosa. Pozze segnalate anche a Teglia, in centro tra via Gramsci e via Milano, e nella zona della Fiumara, per citare solo alcuni snodi molto trafficati.

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha fatto il punto sugli effetti del maltempo delle ultime ore di allerta, gialla, sul capoluogo ligure. “Abbiamo avuto molte piogge – ha detto – in Valbisagno oltre 120 millimetri in poche ore, 100 in Valpolcevera, il torrente Bisagno è cresciuto parecchio ma è sempre sotto i livelli di guardia, così come il Polcevera”.

Generica

Chiuso il passaggio del “voltino” a San Quirico, dove sono già in azione le idrovore, “abbiamo inviato alcune idrovore anche sul rio Fegino, in caso di esondazione, il rio è attenzionato dalla protezione civile”, ha aggiunto Bucci.

Sulla Autostrada A10 tra Genova Aeroporto e Genova Pra’ ci sono diverse gallerie allagate. Sul posto anche la polizia stradale che sta scortando i veicoli. Le auto procedono molto lentamente e in alcuni casi l’acqua sfiora le portiere. Da questa sera inoltre sui tratti appenninici di A7 e A26 saranno possibili nevicate.

In valle Scrivia interrotta la statale dei Giovi tra Borgo Fornari e Busalla, in entrambe le direzioni, a causa di una frana. Precipitazioni intense stanno interessando anche il levante. Si segnalano una frana nella Spezzino, nella zona di Carro, con alberi sulla carreggiata. Entella e Lavagna prossimi alla prima soglia di guardia.

Intorno alle 19 il ponte “Comorga” lungo la strada statale 225 “Della Fontanabuona” è stato provvisoriamente chiuso al traffico, nel territorio comunale di Carasco, proprio a causa dell’ingrossamento del fiume Entella. Le deviazioni vengono segnalate in loco. Il personale di Anas e delle Forze dell’Ordine è sul posto per la gestione della viabilità.

L’ondata di maltempo si sta spostando sempre più verso levante. L’allerta arancione per temporali sul Tigullio e sullo Spezzino terminerà alle 6 di domani mattina, mentre sui versanti padani di ponente, quindi in Valle Stura e Bormida, è stata posta l’allerta neve dalle 17 di oggi alle 3 di domani mattina.