Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Muro crollato in salita Granarolo, i residenti: “Transenne spostate, si rischia una tragedia” fotogallery

La strada era stata chiusa per il pericolo di nuovi cedimenti. Il vicesindaco Piciocchi: "Il muro è del Comune, lo metteremo in sicurezza"

Più informazioni su

Genova. Sono state divelte le transenne che sbarravano l’accesso a salita Granarolo, la creusa sulle alture di San Teodoro dove lo scorso 23 dicembre è crollata una parte del muro che costeggia villa Cambiaso, da anni segnalato come pericolante dai residenti della zona. Per fortuna era successo mentre non passava nessuno, su una strada che di solito viene utilizzata anche dai bambini per andare a scuola.

Generica

I segnali di divieto erano stati posti a fine dicembre perché i tecnici del Comune, durante un sopralluogo, avevano valutato che anche il resto del muraglione avrebbe potuto cedere. Per bypassare il punto interdetto si doveva percorrere passo del Cardellino, salita Gesù e Maria e via della Giuseppina. Negli ultimi giorni il passaggio è tornato libero, probabilmente perché qualcuno voleva salire a tutti i costi senza conoscere i rischi legati alla sicurezza.

“Eravamo contenti della chiusura perché avevamo paura di una tragedia imminente – racconta Angela Aicardi, residente di Granarolo e rappresentante del comitato di quartiere -. Ora, se dovesse succedere qualcosa, sono tutti responsabili”. Nel frattempo sono stati rimossi i detriti della parte crollata due settimane fa e il buco che si è venuto a creare nel muro è stato tappato con una griglia provvisoria.

Generica

Da anni quel muro è al centro di una disputa sulla competenza della manutenzione perché posto al confine tra una strada pubblica e una proprietà privata. Dubbi, condivisi anche dal presidente del Municipio Centro Ovest Michele Colnaghi, che forse sono vicini alla soluzione. “Quel muro è nostro, quindi spetterà a noi metterlo in sicurezza“, annuncia a Genova24 l’assessore ai lavori pubblici e vicesindaco Pietro Piciocchi. Al momento però non è chiaro quando partirà l’intervento di Aster.

Generica

Nel frattempo la creusa è accessibile nonostante la minaccia di nuovi crolli. Ma a questo si sommano le continue interruzioni della cremagliera Principe-Granarolo, unica alternativa agli spostamenti a piedi per chi abita lungo la salita. “Se non si vive qui non si può nemmeno immaginare il disagio, specialmente per gli anziani”, commenta Aicardi.