Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sampdoria Primavera stende l’Empoli (4-1) risultati

Una doppietta di Montevago e poi Angileri e Prelec mettono in archivio il risultato

Bogliasco. Sotto gli sguardi vigili di Ranieri, Osti e Pecini seduti sulla soleggiata gradinata di Bogliasco, le Primavere di Sampdoria ed Empoli si affrontano nel recupero della quarta di campionato, alla ricerca di punti, per allontanare la zona retrocessione, messa per ora alle spalle dai ragazzi di Tufano con l’ultima vittoria ad Ascoli.

La direzione di gara è affidata all’arbitro Luciani di Roma, coadiuvato da  Barberis di Collegno e Petrica di Torino, con Tufano che si gioca le sue carte con questa Sampdoria:

Avogadri; Aquino, Angileri, Obert; Ercolano, Siatounis,, Yepes Laut, Trimboli, Giordano; Prelec, Montevago.

A disposizione: Zovko, Saio, Hermansen, Napoli,  Miceli, Brentan, Canovi, Sepe, Francofonte, Somma, Di Stefano, Gaggero, Krawczyk, Marrale.

Mentre Antonio Buscè (275 partite e 29 goal con la prima squadra toscana, risponde con questo 4-3-1-2: Pratelli; Donati, Pezzola, Fradella, Rizza; Asllani, Belardinelli, Sidibe; Baldanzi; Lombardi, Lipari.

Al 5° Montevago va al tiro, ma Pezzola glielo devia in corner e sulla successiva esecuzione, il portiere empolese si supera, alzando sopra la traversa la forte inzuccata di Prelec.

Sul nuovo angolo, su cross teso di Giordano, è Montevago a trovare la rete, con un perfetto inserimento di testa: Samp in vantaggio per 1-0.

Al 13° su angolo per l’Empoli, è Avogadri  a salvare su Fradella, ma subito dopo é Belardinelli a girarsi in un fazzoletto di terreno ed a trovare, con una leggera deviazione di un difensore, il pareggio (1-1).

Al 16° tocca Baldanzi impegnare Avogadri ad una respinta in bagher, da pallavolista

Al 18° grande azione e tiro del numero 10 empolese, Baldanzi, che con una bomba sfiora la traversa… crescono i toscani.

Al 20° ci prova anche Asllani, ma la conclusione è debole.

Al 25° schema su calcio di punizione per l’Empoli, a metà campo, che porta al tiro Belardinelli, il quale sparacchia malamente fuori una facile palla goal… Sampdoria in sofferenza.

Reagisce finalmente il Doria, con Prelec e Montevago, i cui tiri vengono ribattuti dai difensori toscani, al 27°.

Al 28° sulla solita punizione da lontanissimo, Lombardi devia  pericolosamente di testa, senza trovare lo specchio della porta.

Male la Samp, che dopo un ottimo avvio, si è persa per strada…

Al 35° pallone intelligente di Obert per Montevago, che si inserisce alla ricerca della deviazione… che va fuori.

Al 37° punizione alla Siniša Mihajlović, da parte di Giordano, che sfiora il palo di Pratelli.

Al 40° Trimboli trova Montevago al limite e l’ex palermitano cerca il gran goal al volo, ma la conclusione è alle stelle.

AL 42° scambio spettacolare fra Montevago  e Prelec, sul cui traversone non arriva in tempo Siatounis.

Al 43° Prelec la mette in rete, ma è pescato in offside dal guardialinee, un attimo prima che lo sloveno la mettesse  dentro.

1-1, alla fine di un primo tempo a dominio alterno, con il Doria partito fortissimo e poi “sgonfiato” dai ragazzi di Buscè, che hanno ripetutamente sfiorato il ribaltamento del risultato, finché negli ultimi dieci minuti, stimolati dalle urla di Tufano, i blucerchiati hanno risalito la china, interrompendo la “baldanza” degli ospiti… Gioco di parole, perché, in effetti, Baldanzi si è dimostrato, finora, il “pericolo numero uno”.

Si riprende con un altro goal annullato a Nik Prelec, liberatosi di forza al tiro con una spallata… la sensazione è che se ben servito, a questi livelli, lo sloveno sia incontenibile.

Al 52° pasticcio del portiere Pratelli, che svirgola un rinvio e Montevago non si fa sfuggire l’occasione e mette in rete con un cucchiaio (2-1).

Al 60° è bravo il mediano albanese dell’Empoli, Asllani a liberare il suo sinistro al tiro, ma la conclusione è alta sulla traversa.

Al 63° Prelec va via sulla sinistra, ma invece di concludere, cerca l’assist per Ercolano, ostacolato dai difensori avversari

Primo cambio di Buscè… entra  Ekong per Lipari, al 64°

Al 68° escono Siatounis e Montevago,  per Brentan e Di Stefano per la Sampdoria, mentre per i toscani entrano Simic, Bozhanaj e  Martini per Belardinelli, Lombardi e Baldanzi.

La Sampdoria cerca di addormentare la partita…

Al 77° grande iniziativa di Giordano che sfonda sulla sinistra e poi va al cross (al bacio) per Trimboli, che si fa deviare il tiro in  angolo…

Al 79° punizione dal limite per la Sampdoria… sul tocco a due, Trimboli viene ancora rimpallato.

All’80° giallo a Prelec per proteste.

All’82° incursione di capitan Donati, che cade in area, alla ricerca di uno sperato penalty…

All’85° giallo a Fradella per fallo su Yepes Laut, il regista della Samp

All’86° Di Stefano si libera in area, poi fa l’assist a Brentan, la cui potente conclusione consente a Pratelli di riscattarsi, con una bella deviazione, ma sull’angolo Angileri, di testa a volo d’angelo,  chiude i giochi (3-1).

Al 92° Nik Prelec mette il suggello al match, andando via di potenza al suo avversario e depositando la palla del 4-1 in porta, dopo aver saltato anche il portiere… 

Mister Ranieri avrà preso debita nota…