Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La proposta di Forza Italia Genova per selezionare dirigenti e candidati: “Crediti formativi per chi partecipa a convegni e riunioni”

Faranno punteggio ai fini della selezione della classe dirigente e delle candidature

Più informazioni su

Genova. Da Genova parte la proposta di introdurre anche nel partito, come già avviene per le professioni, la formazione politica continua e i crediti formativi, che faranno punteggio ai fini della selezione della classe dirigente e delle candidature.

“La politica è l’arte nobile di decidere il meglio possibile per il bene comune. Se la politica non decide così o si riduce a far dell’altro, fossero anche iniziative di beneficenza, vuol dire che c’è qualcosa che non va” dichiara Mario Mascia, Capogruppo di Forza Italia in Comune e Commissario di Forza Italia Genova “Dopo le ondate di Covid e i lockdown non se ne può più di pressapochismo e demagogia, che a volte sembrano farla da padrone a tutti i livelli ma malcelano solo l’ignoranza dei problemi e l’incapacità di risolverli. In politica c’è bisogno di coraggio ma anche di serietà, di competenza e anche, perché no, di un pizzico di saggezza”.

Il coordinatore regionale di Forza Italia della Liguria Carlo Bagnasco, Sindaco di Rapallo, plaude all’iniziativa: “Serietà coraggio saggezza ed esperienza sono il valore aggiunto e le parole d’ordine di Forza Italia per il Paese. L’azione politica di responsabilità portata avanti dal Presidente Berlusconi in questi mesi lo ha dimostrato. Da Genova e dalla Liguria vogliamo lanciare proprio questa idea di politica anche grazie alla ripresa a livello locale dell’attività di formazione che molti partiti hanno perso per strada da decenni”.

Sottolinea il capogruppo azzurro in Regione, Claudio Muzio: “La formazione politica, tanto più in questa fase così difficile per il Paese, è fondamentale per preparare classi dirigenti all’altezza dei bisogni. E’ un valore aggiunto da coltivare e su cui puntare, è un antidoto alla demagogia e al pressapochismo che spesso sono purtroppo protagonisti. L’idea dei crediti formativi proposta dal coordinatore di Forza Italia per la grande città di Genova, Mario Mascia, va esattamente in questa direzione e rafforza un lavoro che l’amico Mario sta portando avanti da mesi. Nella mia veste di consigliere regionale sono a disposizione per portare il mio contributo”.

“La nostra proposta” aggiunge Mascia, che di lavoro fa l’avvocato e si ispira al modello dei crediti formativi delle professioni “è di introdurre i crediti formativi di partito e la attueremo già dalla prossima riunione del 7 gennaio, ore 18, in cui parleremo di immigrazione a Genova”.

Da mesi ormai, con i Dipartimenti di Forza Italia Genova che sono sbarcati anche su Telegram con un loro canale dedicato, abbiamo rodato una formazione politica a cadenza settimanale – spiega ancora Mascia – tutti i giovedì alle ore 18, anche d’agosto, dapprima in presenza poi giocoforza in videocall, che ci ha permesso di approfondire con interlocutori qualificati i problemi della sanità, della scuola, dell’ambiente, dello smaltimento dei rifiuti, del centro storico e formulare le prime proposte ai nostri rappresentanti nelle istituzioni. Con il 2021 lanciamo i crediti formativi che verranno attribuiti a ciascuno dei partecipanti in numero di 2 punti per ogni riunione. Alla fine chi avrà conseguito il punteggio superiore riceverà un attestato di merito che varrà come titolo di priorità nella scelta sia dei dirigenti che dei candidati del partito”.