Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Inclusione scolastica dei disabili, accolte tutte le domande inoltrate al Comune di Genova

Quest'anno per la prima volta erogate cedole per l'acquisto di libri anche agli alunni in home schooling, una ventina a Genova

Genova. Per il 2021 tutte le domande per accedere ai servizi di inclusione scolastica riservati ai bambini disabili delle scuole genovesi hanno avuto risposta positiva. Si tratta di 1069 alunni tra gli zero e i 14 anni che usufruiscono del servizio specialistico di assistenza per l’autonomia e la comunicazione o del servizio di sostegno didattico nei nidi nelle scuole comunali, statali e paritarie del primo ciclo, mentre sono 76 quelli tra i 6 e i 18 accolti nei “poli” dedicati alle disabilità più gravi. 189, infine, coloro che hanno avuto accesso al servizio di trasporto scolastico per problemi motori.

“L’ amministrazione ha risposto al 100 per cento a queste esigenze – spiega l’assessore alle Politiche dell’istruzione del Comune Barbara Grosso – un risultato che premia gli sforzi fatti per garantire a tutti adeguata assistenza anche in un momento di emergenza sanitaria”.

Sul fronte della scuola primaria, come previsto dalla normativa, sono state erogate agli alunni 21.837 cedole per la fornitura gratuita dei libri di testo e, visto il periodo covid, per la prima vota, sono arrivate anche agli alunni che seguono l’istruzione parentale, una ventina a Genova.

Inoltre soddisfatte le 4.905 domande di contributi della spesa per i libri di testo degli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Liste d’attesa pari a zero anche per i 626 disabili gravi non autosufficienti che hanno chiesto un aiuto e per i disabili che hanno fatto domanda per il trasporto lavorativo, mentre è in corso un confronto con la Asl 3 genovese per il monitoraggio delle 86 persone in lista per il trasposto riabilitativo, servizio che entro febbraio sarà in grado di servire 350 utenti, 30 in più rispetto al 2020.