Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il sindaco Marco Bucci ha incontrato il nuovo console generale della Federazione russa

Il benvenuto al nuovo console dal primo cittadino e un primo confronto per lo sviluppo di rapporti interregionali

Più informazioni su

Genova. Il sindaco di Genova ha incontrato questa mattina a Palazzo Tursi il console generale della Federazione russa, Maria Vedrinskaya. Durante il colloquio, il primo dall’insediamento a Genova della diplomatica di carriera avvenuto nell’ottobre 2020, è stata da ambo le parti ribadita l’importanza della collaborazione tra città e consolato per lo sviluppo di relazioni internazionali che favoriscano opportunità culturali, promozione economica e promozione turistica. Prima della pandemia, il mercato turistico russo era diventato per Genova il terzo, dopo quelli francese e tedesco.

“Le relazioni di amicizia e di scambio tra Genova e la Russia sono molto profonde e radicate – ha detto il Sindaco Marco Bucci –. Ne sono testimonianza i vari accordi di amicizia e di collaborazione tra Genova e le città di San Pietroburgo, Rjazan, Ekaterinburg e Mosca, che suggellano antichi legami stabiliti per sviluppare rapporti ispirati da comuni ideali di pace e di benessere. Le relazioni internazionali del Comune di Genova sono orientate a conseguire risultati concreti e in questi anni abbiamo avviato relazioni importanti con tanti paesi tra cui quelli della Federazione Russa. Al nuovo console Maria Vedrinskaya va il mio benvenuto a Genova e auguri di un lavoro proficuo nell’interesse della Federazione Russa, della nostra città e della nostra Liguria”.

“È stato un incontro molto importante, quello di oggi con il Sindaco Bucci – ha commentato il console generale Maria Vedrinskaya – perché noi come Federazione Russa attribuiamo molta importanza ai rapporti sia con la Repubblica Italiana sia con la città di Genova e la regione Liguria. Purtroppo, a causa della pandemia, il nostro interscambio economico si è più che dimezzato, ma speriamo vivamente che, dopo la fine di questa emergenza sanitaria, potremo ripartire in tutti i settori e, in particolare, rilanciare il turismo sia dei russi verso Genova sia degli italiani e dei genovesi verso il nostro paese”.

“Con il sindaco abbiamo parlato dell’importanza dello sviluppo dei rapporti interregionali, come quelli che Genova continua a intrattenere con Mosca, con cui c’è un accordo di collaborazione permanente, e con le regioni di Rjazan e di Sverdlovsk”.

“Il settore culturale rimane una delle nostre priorità e anche in questo periodo sono tantissime le richieste sia da parte russa che italiana, affinché si possa andare avanti con i progetti che vedono coinvolti il teatro Carlo Felice, il museo Hermitage di San Pietroburgo, il Museo Storico di Mosca e i nostri maggiori enti culturali”.