Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il covid lo ha mandato in crisi, 150mila euro per comprarsi il Jurassic Park genovese fotogallery

Aperto nel 2017 a Bolzaneto il parco a tema era il primo del genere in Liguria, i bestioni meccanizzati sono ancor funzionanti

Genova. Una lenta agonia, i divieti, le chiusure obbligate, i protocolli hanno provocato o comunque accelerato il ko per quello che, nel 2017, era il primo parco tematico dedicato al mondo dei dinosauri in Liguria. Il “meteorite” letale, per il Parko dei dinosauri di Bolzaneto, è stata la pandemia.

L’obbiettivo è riaprire i battenti la prossima primavera. Ma la proprietà ha deciso che se ci sarà un compratore, cederà l’attività. Su un sito di compravendita immobiliare si trova l’offerta: 150mila euro per l’acquisto dell’intero parco. 10mila metri quadri di terreno, 14 dinosauri meccanizzati, giochi gonfiabili, una pista per macchinine, un punto ristori, un locale servizi. Oltre ai 150 mila euro bisogna calcolare fino a 1000 euro al mese per l’affitto del terreno che, però, può essere acquistato per altri 150mila euro (30mila metri quadri)

Il Parko dei dinosauri era stata una creazione di Domenico Bevacqua, aiutato dai figli, da un socio e da alcuni altri collaboratori. Sua la visione, già nel 2015, di un parco a tema in periferia ma in posizione strategica, nel verde ma comodo per essere raggiunto in auto o con i mezzi pubblici, e che aveva entusiasmato migliaia di bambini e di adulti.

Le 14 creature del Giurassico (o Triassico, o Cretaceo), tutte semoventi, meccaniche e parlanti erano state frutto di un corposo investimento, acquistate in Cina da un’azienda specializzata. Erano stati gli stessi gestori ad assemblarle una volta ricevute.

Famiglie, ragazzi, comitive scolastiche: in tanti avevano scelto di visitare la struttura. Poi, a settembre 2019, la chiusura stagionale. La riapertura, a causa della pandemia (che al momento non consente l’attività dei parchi divertimento) non c’è mai stata. Sulla pagina Facebook del Parko dei dinosauri l’obbiettivo è marzo 2021.

Con l’attuale gestione, forse, o con una nuova proprietà. Chissà che qualche gruppo del settore non voglia prendere in mano la situazione o qualche tycoon appassionato del genere non colga l’occasione per togliersi uno sfizio. E salvare i dinosauri della Valpolcevera dall’estinzione.