Quantcast
Proteste

Gilet arancioni, no-vax, “marcia della liberazione”: previste manifestazioni a De Ferrari

Due appuntamenti per sabato 6 febbraio dopo l'adunata no-mask di due settimane fa

Manifestazione in piazza De Ferrari: "La mascherina fa male, ci stanno torturando"

Genova. Dopo la manifestazione organizzata dal gruppo “Uniti si vince” due settimane fa in piazza De Ferrari – di fatto una specie di convegno no-mask – sono annunciate a Genova nuove iniziative che prendono di mira le misure sanitarie adottate contro il coronavirus, tra cui anche le chiusure che penalizzano da mesi alcuni settori economici.

Sabato 6 febbraio alle 9.30 a De Ferrari è indetta una “manifestazione del popolo ligure” alla presenza di Raffaele Borrelli, vice-coordinatore regionale dei Gilet arancioni, il movimento guidato dal generale Pappalardo che lo scorso giugno a Genova si chiedeva cosa ci fosse nei vaccini. Sulle “disposizioni sanitarie inerenti all’epidemia” è previsto l’intervento della saggista Ornella Mariani, protagonista di trasmissioni televisive in cui ha spesso insistito sulla “dittatura sanitaria” che, a suo dire, gli italiani stanno subendo.

Tra gli invitati c’era anche l’avvocato Federico Bogliolo, assessore municipale del Levante ed esponente di Cambiamo! – il partito di Giovanni Toti – che però, contattato da Genova24, ha fatto sapere di non essere intenzionato a partecipare. Insieme al collega Roberto Gobbo, anche lui sollecitato dagli organizzatori, aveva promosso un ricorso al Tar contro la chiusura di palestre e centri fitness.

Generica

“La manifestazione non intende assolutamente avere colori politici – si legge nella locandina – sono invitati tutti i cittadini per sapere e capire quello che nei media mainstream viene sempre debitamente occultato”.

Sempre sabato 6 febbraio, secondo un altro volantino che gira nelle chat, si svolgerà una “marcia della liberazione” per manifestare “contro l’illogicità delle norme che penalizzano imprese e famiglie. Daremo voce a tutte le categorie inascoltate: ristorazione, spettacolo, fitness e palestre, scuola e tutti i settori sofferenti”.

Generica

Sebbene non compaiano simboli, il numero di telefono riportato nella grafica non fa riferimento ad alcuna categoria economica ma piuttosto al circolo Vox Italia Chiavari che indica tra i propri obiettivi politici “sovranità monetaria, politica, energetica, alimentare”.

Più informazioni
leggi anche
Manifestazione in piazza De Ferrari: "La mascherina fa male, ci stanno torturando"
No-mask
Manifestazione in piazza De Ferrari: “La mascherina fa male, ci stanno torturando”