Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Due ecopunti e una box mangiaplastica: Sampierdarena mette la quarta sulla differenziata foto

L'ecocompattatore e uno dei due punti ad accesso controllato in piazza Veneto, l'altro ecopunto in via Daste

Genova. Due nuovi ecopunti – spazi chiusi e ad accesso controllato dove si trovano diversi bidoni della raccolta dei rifiuti – e un ecocompattatore “Plastipremia”, la macchinetta mangia plastica che in cambio di bottiglie e flaconi dà punti sconto e coupon spendibili in negozi e servizi. Sono le novità presentate a Sampierdarena da Amiu, Comune di Genova e municipio Centro Ovest.

“Questo è il futuro della raccolta dei rifiuti – ha detto il sindaco Marco Bucci, che sul posto ha incontrato anche alcuni cittadini – nel centro storico, dove ci sono molti ecopunti, abbiamo la raccolta differenziata record in città, al 55%, inoltre è importante far passare il messaggio che differenziando si ottiene qualcosa in cambio, non solo i punti premio, certo, ma in un futuro anche la possibilità di una tassa sui rifiuti meno onerosa”.

L’ecocompattatore in piazza Veneto, uno dei tanti attivati negli ultimi mesi in città, è funzionante da solo una settimana ma ha già stoccato 5000 tra bottiglie e flaconi. “La posizione è stata scelta con un percorso partecipato con cittadini e commercianti – spiega Michele Colnaghi, presidente del municipio Centro Ovest – inoltre per abbellire la postazione l’abbiamo decorata con fotografie di Sampierdarena realizzate dal “nostro” Marcello Terruli”.

Generica

I nuovi ecopunti si trovano uno in piazza Veneto, appunto, e l’altro in via Daste. “Si tratta di spazi sicuri e igienizzati e che permettono di togliere i cassonetti dalla strada – aggiunge Matteo Campora, assessore all’Ambiente del Comune – per questo il nostro obbiettivo è anche quello di reperire sempre nuovi spazi ai piani strada”.

In concomitanza con l’apertura dei due ecopunti sono state soppresse alcune postazioni multiraccolta, quella in via Carzino, in piazza Vittorio Veneto, in via Cantore e via della Cella per ridare alle due strade maggiore decoro.

Come ottenere i badge. I badge elettronici gratuiti per accedere agli ecopunti si potranno ritirare fino al 5 febbraio allo sportello Ambientale del centro civico Buranello (via Daste 8a). Lo sportello è aperto il lunedì, il martedì, il mercoledì e il venerdì dalle 8e30 alle 12e30 e il giovedì dalle 14e30 alle 17e30. Dopo il 5 febbraio, o in caso di furto o smarrimento, sarà possibile il badge scrivendo a contatti@amiu.genova.it o contattando il call center al numero 0108980800.

Generica

Gli altri residenti avranno la possibilità di utilizzare i due ecopunti ad accesso libero in via Buranello (angolo via Pensa e angolo via Castelli), le postazioni in piazza Veneto (angolo via Canzio), piazza Montano e le altre piazzole di via Cantore.

“Da tempo cerchiamo di offrire soluzioni e attività sempre più attente e calibrate alle esigenze dei quartieri – dice Pietro Pongiglione, presidente di Amiu – in questo caso è importante anche il recupero dei voltini della linea ferroviaria, inutilizzati. I nostri dipendenti faranno il possibile per evitare situazioni di degrado continue e giornaliere, ma ci vuole anche una consapevolezza del fatto che la cura della città nasce dall’impegno di tutti”.